Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Lista DCI Filosofia e Policy - Giugno 2010
Articolo del 17-8-2010 a cura di Gavrilovic Vuk Monterisi Daniele
Gavrilovic Vuk
Monterisi Daniele

Stallare sena orologio
La definizione di “Stalling” fa chiaro riferimento al cercare di trarre vantaggio da un limite di tempo.
Questo limite di tempo non deve necessariamente essere quello relativo alla fine del turno: può anche trattarsi di un limite imposto da fattori esterni,  come per esempio l’orario di chiusura della location del torneo.

Tuttavia, non tutte le situazioni sono coperte dalle IPG e alcune volte dovrete avvalervi della vostra capacità di decidere e agire nel modo che riterrete adeguato alla situazione.

Ad esempio in una partita senza limite di tempo, un giocatore potrebbe rallentare volutamente il passo per indurre l’avversario a concedere, se sa che quest’ultimo debba per forza andare via (per esempio per non perdere l’ultimo mezzo di trasporto per il rientro). Valutate attentamente la situazione: considerate la complessità dello stato del gioco, e anche la velocità con cui ha giocato in precedenza il giocatore. Se pensate che stia cercando di approfittarsi del tempo, ovvero di influenzare l’esito della partita con mezzi diversi dal giocare la partita stessa, allora probabilmente siamo di fronte ad un caso di Stalling.
 
 

Testo Oracle
Ad un giocatore è permesso richiedere il testo ufficiale Oracle di una carta in qualsiasi momento, anche sa la carta è in una zona nascosta e anche se conoscerne il testo esatto può fornire indirettamente un aiuto in termini di gioco (si è dimenticato cosa fa una carta in mano all’avversario che precedentemente ha visto risolvendo una Duress).

Gli arbitri soddisferanno questa richiesta, laddove logisticamente possibile, se il giocatore è in grado di identificare univocamente la carta.
 
 
 
Esempi nel DCI Wiki
È stata aggiunta una nuova funzione al Judge WIKI:
http://wiki.dcifamily.org/index.php/CR_Examples

Chiunque può riportare vari esempi per ogni articolo delle CR, in modo da avere un database facilmente consultabile.
Lo scopo è avere vari esempi pratici in grado di chiarire alcune regole in caso di necessità.
 
 

Carte di M11
Per via di varie promozioni (es: Archenemy), ci sono alcune carte di M11 già in circolazione.
Vi ricordiamo che queste carte NON sono legali in alcun formato fino al 16 Luglio 2010.

Tuttavia, eventuali “ristampe” future sono legali e possono essere usate nei tornei in cui la versione attuale è legale (es: un Fulmine di M11 può essere giocato in un torneo Standard anche prima che M11 diventi legale).
 
 
 
Nuove policy - Aggiornamento dal 01/07/2010
Sono state pubblicate le nuove IPG,  che contengono importanti novità dal punto di vista della struttura.
È stato eliminato dal documento ogni riferimento al REL Regular (Amatoriale) e quindi anche le relative penalità.

Come intervenire e cosa fare ad un torneo Regular viene ora trattato in un nuovo, distinto documento: “Guide to Fixing Common Errors”: questo documento contiene una guida molto semplice su come agire e quali fix applicare ai tornei Regular, e rimpiazza del tutto le IPG per quanto riguarda i tornei Regular.

Altra novità delle IPG è la “fusione” tra le penalità a REL Competitive e Professional. Dal punto di vista della filosofia non cambia la distinzione e l’unica modifica rispetto al passato riguarda la penalità per “Draft Procedure Violation” che diventa Warning anziché Caution anche a Competitive. In conseguenza di queste modifiche c’è ora un solo “set” di penalità da imparare, anziché tre!

Un’altra modifica è la semplificazione delle infrazioni per Errori di Lista: “Illegal decklist” e “Deck/Decklist Mismatch” sono diventati un’unica infrazione. Non sono cambiate molto dal punto di vista del rimedio da applicare, se non per alcune piccole cose.

È cambiato l’upgrade path, il metodo con cui si incrementa la severità delle penalità: adesso è W-GL per Tournament Errors, e W-W-GL per Game Play Errors. Non si effettueranno più upgrade superiori al GL.
 
Una modifica importante riguarda la definizione di Drawing Extra Cards. Più in basso trovate una sezione esplicativa.
 
Qui invece trovate l’articolo di Toby Elliott che annuncia e riassume i cambiamenti, tradotta in italiano da Fabio Ivona.
 
 
 
Drawing extra cards
C’è stata una modifica nella definizione: ora si commette questa infrazione se il giocatore pesca una carta, purché tale azione non sia il risultato di un’infrazione differente. In pratica: se foste stati chiamati al tavolo un istante prima che la carta venisse pescata, avreste assegnato una penalità? In tal caso, assegnatela per l’infrazione appropriata e non per Drawing Extra Cards. In pratica la “pescata” in sè deve essere l’errore, non la conseguenza di un diverso tipo di errore o infrazione.
 
Esempio: Un giocatore attiva (dichiarandolo esplicitamente) la seconda abilità di Jace the Mind Sculptor mentre è in gioco un Pithing Needle che nomina proprio Jace. Appena pesca la prima carte l’avversario lo ferma.
L’infrazione è GPE-GRV, con relativo Warning, perché è un’errore di gioco attivare quell’abilità. La carta pescata è conseguenza di questo errore.
 
 
 
Player Communication Violation
Se un giocatore commette una giocata “subottimale” a causa di un errore nella comunicazione con l’avversario, non è il caso di far tornare indietro il gioco. Assegnerete soltanto la penalità adeguata all’infrazione “Player Communication Violation” a chi l’ha commessa.
 
Esempio: Diego chiede “Quante carte hai in mano”. Riccardo risponde “Quattro.”. Diego lancia Mind Shatter da 4. Solo durante la risoluzione si accorgono che in realtà Riccardo aveva 5 carte in mano.
In una situazione del genere non sarà necessario fare backup.
È responsabilità di entrambi i giocatori accertarsi della correttezza delle informazioni date e ricevute.
 
 

 
Meet the Judges
Durante il ProTour a San Juan è stato realizzato un video con lo scopo di presentare la comunità arbitrale ad un pubblico più ampio. Contiene interviste a vari arbitri, tra cui il nostro buon Kalle!
Lo potete vedere seguendo questo link: http://www.youtube.com/watch?v=EZL0MmKGVJc
 
 
 
Lanciare il dado
L’infrazione “Improperly Determining a Winner” non va interpretata in modo troppo letterale: essa copre anche i casi limite in cui si lancia un dado (o si utilizza un altro sistema casuale) per determinare l’esito dell’incontro. Copre anche tutti i metodi “impropri” (diversi cioè dal giocare la partita) che si adoperano per determinare l’esito dell’incontro.
Ad esempio, lanciare un dado per stabilire se “pattare” la partita o giocarla a tutti gli effetti, rientra nella filosofia di questa infrazione.
 
 

Azioni legali e illegali
Un’azione, anche se legale, per essere considerata “effettuata” deve essere stata annunciata nel modo appropriato. Non è permesso “dare per scontato” che un’azione sia stata eseguita solo perché ciò sarebbe stato legale.
Se in un momento del gioco si sostiene che un’azione che poteva essere stata eseguita legalmente in precedenza, sia stata effettivamente eseguita, ma non ci sono prove di ciò e non è stata dichiarata esplicitamente, si assumerà che non sia stata eseguita.
 
Esempio: Un giocatore “rimbalza” una creatura sacrificabile dell’avversario. Questi, invece di prenderla in mano la mette nel cimitero senza dire nulla. Solo il turno successivo si accorge dell’errore.
In questo caso è stata commessa l’infrazione di GRV con relativo Warning - la carta non è stata messa correttamente nella zona appropriata. Non si assume che sia stata sacrificata in risposta nel momento opportuno, se questo non è stato annunciato.
Un’eventuale backup è a discrezione del capo arbitro, come sempre. Se è passato troppo tempo, lo stato del gioco rimane invariato.