Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Report 2010 - PTQ San Juan - Padova
Articolo del 18-3-2010 a cura di Callegari Matteo
Callegari Matteo

Ciao a tutti!

Domenica 7 marzo si e' giocato il PTQ Padova che qualificava per il prossimo PT San Juan. Il torneo si è svolto in maniera particolare per una serie di piccoli problemi tecnologici, ma andiamo per ordine.

Organizzatore:
Tempus Fugit (Padova)

Staff:
Matteo Callegari, HJ
Mirko Console, EJ
Luca Beltrame, FJ
Michele Volpato, FJ
Thomas Marchiori, FJ
Tommaso Pegoraro, L0 aiutante

La nuova location si trova nell'immediata periferia di Padova ed è all'interno di un centro sportivo con vari campi da gioco e un bar. Il torneo si è svolto su un campo da calcetto all'interno di un pallone: il posto è decisamente comodo, con tavoli ben spaziati, ben illuminato e con impiato di riscaldamento, che tra alti e bassi ci ha tenuto al caldo tutto il giorno.

Durante la sistemazione del nostro computer portatile per gestire il torneo ci siamo resi conto che i driver della stampante dell'organizzatore non erano compatibili con Windows 7. Nonostante la presenza di una rete wireless che ci ha permesso di scaricare 5 driver diversi, nessuno di questi era supportato dal nostro sistema operativo. Per facilitare le cose, tali driver si potevano installare solo in lingua spagnola... residui del GP Madrid? :)

Apriamo le iscrizioni segnando i giocatori su un foglio, mentre recuperiamo (grazie a Luca) un netbook con installato Windows XP e sul quale i driver della stampante funzionano. Pero' non abbiamo il cavo di alimentazione del netbook e lo stesso non ha un indicatore della carica residua, quindi decidiamo di eseguire il torneo sul Windows 7 e poi passare di volta in volta i dati da stampare sul Windows XP, che terremo sempre in stand-by.

Il torneo inizia con 20 minuti di ritardo per terminare la configurazione dei computer e quindi travasare gli iscritti dal foglio di carta al DCI Reporter. Alle 10:50 inizia il primo turno.

Abbiamo 138 giocatori iscritti dai 188 che si erano preiscritti sul sito Wizards: vi ricordo di disiscrivervi per tempo se non pensate di venire per non perdere il privilegio della preiscrizione.

Un giocatore ci consegna la lista al termine del primo turno, perchè durante la raccolta delle liste ad inizio turno si è sbagliato e ha consegnato la "brutta" della lista di un suo amico che teneva insieme alla sua. Dopo aver verificato la correttezza della storia, abbiamo riscontrato l'infrazione di Tardiness (la lista è stata consegnata in ritardo), ma abbiamo effettuato un downgrade a Warning perchè è stato il giocatore stesso a segnalarci il problema non appena se n'è accorto.
Avvisare un arbitro di un errore commesso è sempre un'ottima idea!

Ci sono state 7 liste irregolari sanzionate con un game loss, un giocatore addirittura aveva listato e stava giocando 57 carte. Una piccola dose di attenzione in più quando scrivete la lista e montate il mazzo vi permette di evitare una fastidiosa penalità al secondo turno!

Durante il torneo abbiamo controllato tramite Deck Check 14 mazzi, riscontrando soltanto problemi con bustine usurate e quindi da considerarsi segnate. Ricordate che ad un PTQ ci si aspetta che le bustine del mazzo siano sempre in ottime condizioni e non siano distinguibili le une dalle altre.

Verso le 14:30 (proprio durante i miei 15 minuti di pausa pranzo ^__^) il netbook con Windows XP è morto senza darci alcun preavviso. I pairings del quinto turno quindi sono stati letti a voce dal sottoscritto, e nonostante si trattasse di 50 tavoli, il turno è iniziato solo con un paio di minuti di ritardo rispetto al solito. Nel frattempo Michele è riuscito a recuperare un altro portatile con Windows XP, permettendoci di utilizzare nuovamente la stampante fino alla fine della giornata.

Durante il torneo un paio di giocatori sono venuti a lamentarsi perchè si erano droppati il turno precedente ma comparivano ancora nei pairings. Mettere un puntino minuscolo sulla casella del drop non è un chiaro segno della propria intenzione di droppare. Utilizzare un segno più vistoso e riconoscibile aiuta lo ScoreKeeper nel suo lavoro e voi a non trovarvi eventualmente con partite perse dopo essere andati a  casa.

Gli 8 turni di svizzera si chiudono alle 19:10, mentre i top8 si chiudono con la vittoria di Aureliano Babbi (con Dark Depth Thopter) su Marco  Frantuma (con Elves Combo) alle 21:45, dopo che ci siamo dovuti  trasferire nel bar accanto per permettere la pulizia del campo da  calcetto.



Vi segnalo un paio di casi interessanti:

1- Riccardo gioca un mazzo Elfi combo, con il quale riesce a giocare (tramite un loop del suo mazzo) durante il suo turno 1.000.000 di elfi e a guadagnare 1.000.000 di vite tramite Essence Warden
 


Essence Warden
Creature - Elf Shaman
1/1
Whenever another creature enters the battlefield, you gain 1 life.
 


A questo punto Diego, il suo avversario, si accorge che Riccardo aveva giocato all'inizio della sua fase principale un
Glimpse of Nature
 


Glimpse of Nature
Sorcery
Whenever you cast a creature spell this turn, draw a card.
 


Riccardo se ne è dimenticato e non ha pescato alcuna carta per il suo effetto. Oltre alle giocate della combo, non è stato fatto nient'altro durante il turno.
Come sistemate?

2- Durante un deck check abbiamo trovato (nel mazzo che poi sarà del vincitore) una carta artworkata in maniera "pesante". Si trattava di un Muddle the Mixture il cui disegno era stato esteso fino a coprire anche i bordi. Nome, costo, tipo, testo della carta erano lasciati intatti.
Avreste lasciato giocare la carta?



Ringrazio lo staff, gli organizzatori e tutti i giocatori per averci permesso di passare una bella domenica all'insegna delle figurine.

Alla prossima!