Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Report 2008 - PTQ 100 Kyoto - Roma
Articolo del 20-11-2008 a cura di Scialpi Francesco
Scialpi Francesco

Report del 100 PTQ Roma

Staff:

Francesco Scialpi HJ
Daniele Murtas FJ
Gianluca Tranchedone FJ

Organizzatore: Games Academy (ex Blues Brothers)

93 giocatori in tutto, 12 preiscritti non si sono presentati.

3 game loss per errore di lista.

Si inizia alle 10.30, la svizzera finisce alle 19.05, il torneo finisce alle 21.45 con la vittoria di Simone Carboni su Paolo Bini.

Durante il discorso iniziale, chiedo chi é d'accordo con l'iniziativa del 100 PTQ, e più o meno metà sala alza la mano.
Chiedo poi chi non é d'accordo, e alzano la mano in tre o quattro.

Situazioni particolari:

- durante il listaggio, un giocatore mi chiede un'altra lista, da
tenere con sé, perché dal suo pool di carte possono venire fuori due mazzi, e allora vorrebbe listare anche il secondo mazzo, in modo da trovarsi la lista pronta quando in seconda partita vuole fare lo switch da mazzo a mazzo. Chiaramente si tratterebbe di written notes outside the match ecc. ecc., e pertanto non gliel'ho permesso.
- giocatore A ha in gioco un planeswalker bianco con cinque  segnalini sopra. giocatore B ha in mano Resounding Thunder (lo sparo da tre, che se ciclato fa sei danni) giocatore B tappa otto mana e appoggia il Resounding Thunder sul planeswalker. A toglie tre segnalini dal planeswalker. B fa notare che i danni sono sei, non tre. A inizia a togliere i segnalini dal planeswalker, poi ci ripensa e vuole giocare un bounce spell sul planeswalker. B
protesta, dice che se stai togliendo i segnalini hai implicitamente affermato che stai accettando la redirezione dei danni dal giocatore al planeswalker, ovvero che siamo in risoluzione del "botto", e dunque non puoi rispondere con un altro spell.
Che avreste fatto, e perché?

Francesco Scialpi
lvl2 Roma