Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Report 2009 - PTQ Austin - Pordenone
Articolo del 19-7-2009 a cura di Callegari Matteo
Callegari Matteo

Ciao a tutti!

 

Domenica 19 luglio si è disputato il PTQ Pordenone che metteva in palio uno slot per il prossimo PT Austin. Per motivi sia geografici che di calendario, il PTQ Pordenone ha avuto "sole" 82 preiscrizioni. Alla chiusura delle iscrizioni abbiamo avuto 76 giocatori, alcuni dei quali non si erano preiscritti.

 

Organizzatore:

Safarà di Pordenone

 

Staff:

Matteo Callegari HJ

Davide Succi EJ

Luca Beltrame FJ

Sandro Campigotto FJ

Eric Coppola FJ

 

Alle 10:40 abbiamo appeso i pairings del primo turno.

 

Il discorso iniziale è stato un po’ più ricco del solito, in quanto molte cose sono cambiate dai precedenti PTQ di questa stagione. Prima di tutto abbiamo avuto la rotazione della Decima Edizione (che ci saluta) e l'arrivo di M10, in secondo luogo abbiamo avuto un notevole aggiornamento sia delle regole di gioco che delle policy. In meno di 7 minuti abbiamo illustrato i cambiamenti maggiori, fermo restando che ad un PTQ i giocatori devono già essere a conoscenza delle novità. È loro compito provvedere ad arrivare preparati.

 

Il primo turno è iniziato alle 10:49, i 7 turni di svizzera si sono conclusi alle 17:49 e la finale (giocata) dei top8 alle 20:02.

 

Complimenti ai due finalisti e soprattutto a D'Angella che si qualifica per Austin con il suo mazzo Jund e con i suoi mille removal sui malcapitati Kithkin di Nediani.

 

Ci sono state solo 3 liste sbagliate (6 carte in side, 13 carte in side e 57 carte in main) sanzionate con un Game Loss e un paio di liste consegnate non su foglio A4 sanzionate con un Warning. Vi ricordo che ad un PTQ è richiesto consegnare la lista su A4 per velocizzare la consultazione delle stesse durante i deck check.

 

Due casi particolari con le liste:

 

1- un giocatore ci avvisa prima dell'inizio del primo turno che ha sbagliato a scrivere il side e ci spiega l'errore. In questo caso la penalità per avere un mazzo non corrispondente a quanto listato è stato downgradato a Warning, perchè il giocatore stesso ci ha avvisato prima che potesse trarre un vantaggio dall'errore.

 

2- un giocatore consegna la lista alla fine del primo turno, segnalando che l'arbitro non l'ha ritirata. Il suo avversario conferma che la lista è rimasta sul tavolo da gioco durante tutta la partita. Ricordiamo che è responsabilità del giocatore accertarsi di consegnare la propria lista quando l'arbitro passa a raccoglierla. Non consegnare la lista nel momento opportuno viene considerato Tardiness e comporta un Game Loss. Anche in questo caso, comunque, abbiamo downgradato la penalità, in quanto la lista pur non essendo stata consegnata in tempo, è stata comunque "presentata" all'avversario.

 

Durante il torneo abbiamo effettuato 6 deck check, controllando quindi 12 mazzi (poco più del 16% dei mazzi al torneo).

 

Sono state riscontrate numerose bustine particolarmente usurate e quindi non accettabili ad un PTQ. Ricordo ai giocatori che le bustine devono essere tutte indistinguibili una dall'altra. Segni di usura possono portare a considerare il mazzo stesso segnato. Se non ci sono pattern (ossia i segni sono casuali) la penalità è Warning e bisogna provvedere a sostituire le bustine o a giocare senza di esse.

 

Solamente in un caso abbiamo assegnato un Game Loss, quando un giocatore teneva insieme alle carte del suo side alcune carte "portafortuna" che però erano giocabili sia nel formato che nel suo mazzo. In questo caso tali carte vengono considerate come facenti parti del side, rendendo lo stesso illegale. Se volete tenere i vostri portafortuna con voi, non teneteli assieme al side, ma fuori dal portamazzo o sul tavolo da gioco.

 

Due partite che hanno ricevuto un deck check sono poi andate ai turni addizionali, causando una piccola attesa imprevista a tutti gli altri giocatori.  :)

 

Il formato si conferma sufficientemente semplice nell'interazione delle carte. L'unica abilità che genera un po’ di confusione è Cascade, dal momento che permette di giocare una seconda magia prima che si risolva la prima. Vi ricordo che la magia che ha Cascade è ancora in pila mentre state giocando la seconda. Se "girate" un Fulmine, non potete ad esempio bersagliare l'elfa con le trecce che avete appena giocato.  ;)

 

Le nuove regole di gioco non hanno causato problemi o particolari chiamate. Quindi o sono già state assorbite bene dai giocatori, oppure riguardano casistiche numericamente non molto rilevanti. Buon segnale per gli incombenti Nazionali.  :)

 

Le nuove policy invece hanno creato maggiori dubbi nei giocatori. In particolare parliamo della "nuova" Drawing Extra Cards. Ora si tratta di Drawing Extra Cards (e quindi Game Loss) quando io dovrei pescare N carte e invece ne pesco più di N. Tutti gli altri casi sono considerati Game Rule Violation (e quindi Warning).

 

Ad esempio abbiamo avuto un giocatore che per sbaglio ha pescato una carta dal mazzo del suo avversario invece che dal proprio (prima era Drawing Extra Cards e quindi Game Loss, ora è Game Rule Violation e quindi Warning). Abbiamo avuto invece un giocatore che grazie a Regal Force doveva pescare 5 carte e invece ne ha pescate 6 (prima e ora si tratta di Drawing Extra Cards e quindi Game Loss).

 

Durante il quarto turno di svizzera abbiamo fatto partire anche il Launch Party di M10, raccogliendo 21 giocatori che si sono affrontati in un torneo draft (due pod da 10 e 11 giocatori) da 5 turni di svizzera secca.

 

Il torneo si è svolto in una location molto comoda e sufficientemente areata, anche se nel tardo pomeriggio il sole picchiava avversamente sul nostro tetto. Complimenti all'organizzatore che provvede anche a far arrivare il pranzo per tutti i partecipanti e mette a disposizione bibite fresche per tutta la giornata.

 

Ringrazio lo staff che mi ha aiutato a gestire nel miglior modo il torneo e ringrazio tutti i giocatori che hanno partecipato.

 

Passate a salutare ai Nazionali!

 

Kalle aka Matteo Callegari

Parma, L2