Articoli
Carta del Mese Reloaded - Dark Confidant
Articolo del 26-1-2018 a cura di La Terra Salvatore Scialpi Francesco
La Terra Salvatore
Scialpi Francesco

Per la seconda volta nella storia di questa rubrica, ci occupiamo di una carta legata a un giocatore in carne e ossa. Questa volta si tratta di Bob Maher, un "pro" dalla lunghissima e proficua carriera, che vincendo gli Invitational del 2004 ha guadagnato il diritto di essere raffigurato su una carta. Si noti anche la maniera sottile in cui il flavor text rimanda al soprannome di Bob ("The Great One").

Il concetto "exchange life for cards" risale agli albori di Magic, ed è sempre appartenuto al nero. Necropotence e Yawgmoth's Bargain, quando erano legali, sono state non usate, ma abusate, e anche Phyrexian Arena ha avuto occasione di dire la propria.

Il Dark Confidant ci fa perdere un ammontare di punti vita pari al costo di mana convertito della carta rivelata, e quindi potenzialmente può essere molto più dannoso delle altre carte menzionate. È pur vero che in un mazzo pieno di CMC bassi, il problema si ridimensiona alquanto, e se proprio ci si trova in pericolo, è sempre possibile disfarsi del Confidant in combattimento o investendo un proprio removal.

 

Regolamento


Dark Confidant è inesorabile. I punti vita che si perdono per il Dark Confidant non costituiscono "danno", per cui gli effetti che prevengono e/o ridirezionano il danno non hanno alcuna utilità. Anche Worship, che crea un effetto di sostituzione legato al "danno", non ci salva dallo scendere sotto 1 punto vita.

Inoltre, non si può rivelare la carta e compiere un'azione prima di perdere punti vita: se riveliamo la carta, significa che stiamo risolvendo l'abilità del Dark Confidant, e prima di poter fare qualunque cosa, dobbiamo prima terminare di risolverla (ovvero perdere i punti vita); poi, se i nostri punti vita non sono sotto lo zero, possiamo aggiungere magie o abilità alla pila. Per capirci, se intendiamo guadagnare punti vita (ad esempio togliendo dei segnalini da una Umezawa's Jitte), possiamo farlo prima di rivelare la carta, oppure dopo aver rivelato la carta e avere perso i punti vita. Non possiamo farlo dopo aver rivelato la carta, ma prima di perdere i punti vita.

Se stappiamo con Dark Confidant sul campo di battaglia, di norma non c'è nessun modo di evitare che la sua abilità si inneschi per il turno in corso. Non appena inizia il nostro turno, si attraversa l'untap, durante il quale i giocatori non ricevono priorità, e poi si va nel mantenimento. L'abilità di Dark Confidant va immediatamente in pila, e poi riceviamo la priorità. A questo punto, e solo a questo, abbiamo l'opportunità di distruggere il Confidant; ma la sua abilità è ormai sulla pila, e andrà risolta anche se il Confidant non è più sul campo di battaglia.

Un'eccezione è rappresentata da un Confidant avversario controllato con Vedalken Shackles. Se nel nostro untap stappiamo Vedalken Shackles, il Confidant torna immediatamente al nostro avversario, nella stessa fase di untap, e non raggiunge l'inizio del mantenimento sotto il nostro controllo.

Qual è il costo di mana convertito di una split card? In qualunque zona, tranne che sulla pila, esso è semplicemente la somma dei costi di mana convertiti delle due metà.
Nel caso del Confidant, rivelare un Fire // Ice causa la perdita di 4 punti vita, ossia la somma del costo di lancio delle due metà.

 

Che succede se non pesco di Confidant?


Una delle tante revisioni delle Missed Trigger riguarda molto da vicino il Dark Confidant.
 

  • L'abilità si considera dimenticata non appena abbiamo pescato di turno senza aver rivelato.
  • L'abilità del Confidant é considerata vantaggiosa per il controllore. (Nove volte su dieci, saremo felici di risolvere l'abilità del Confidant, anche se rischiamo di perdere punti vita.)


Questo che conseguenze ha?

Per noi:
È nostra responsabilità ricordarci delle abilità che controlliamo.
Se dimentichiamo di pescare di Dark Confidant, non riceviamo alcuna penalità. L'abilità andrà in pila solo se l’avversario lo vuole, e se è passato meno di un turno, altrimenti va persa.
Si noti che dimenticare l'abilità é differente da ricordarsi dell'abilità e ignorarla intenzionalmente (magari perchè siamo a pochi punti vita).
Se non riveliamo di Confidant, e un arbitro ritiene che l'abbiamo fatto apposta, andiamo incontro ad una squalifica per Cheating.

Per il nostro avversario:
Il nostro avversario non é responsabile delle abilità che controlliamo.
Se dimentichiamo di pescare di Dark Confidant, e il nostro avversario lo nota, egli non é tenuto a fare alcunché. Può intenzionalmente stare zitto, lasciando che ci scordiamo dell'abilità, e non sta violando nessuna regola (questo anche se nota la nostra dimenticanza e la ricorda in un momento successivo ma per lui più vantaggioso).
Se il nostro avversario lo desidera, può ricordarci l'abilità, e farla andare in pila. Per fare questo ha un tempo limitato, e per la precisione ha un turno di tempo. In pratica, l'avversario ha tempo fino al proprio mantenimento.

 

Che succede se pesco di Confidant senza rivelare?


Se pesco di Confidant senza rivelare e poi pesco di turno, succede quanto segue:

  • "ho pescato senza rivelare" si considera come "ho aggiunto una carta da rivelare da un set nascosto (grimorio) ad un altro set nascosto (mano)"
  • Rivelerò la mia mano al mio avversario il quale sceglierà una carta diversa da quelle che (eventualmente) già conosce e verrà rimessa nel set di provenienza(in cima al grimorio), poi eseguirò l’azione di rivelare per il confidant.

Detto in altre parole, mostriamo la mano all’avversario, e lui decide quale carta abbiamo pescato di Confidant, e di conseguenza quanti punti vita perdiamo.
L’infrazione è Hidden Card Error, warning.


Revisione: Fabrizio Curato
Articolo originale: qui