Articoli
Carta del Mese - Glorybringer
Articolo del 22-6-2017 a cura di Scialpi Francesco
Scialpi Francesco



 


All'uscita di Amonkhet, Glorybringer è stata una delle carte più ricercate e bramate.
In Limited, un 4/4 volante, rapido, e in grado di rimuovere le creature avversarie, è semplicemente fuori scala.
In Constructed, questo drago finora non ha brillato particolarmente, ma dopo il recentissimo ban di Marvel, pare che le cose stiano cambiando. Se il nostro avversario si tappa per un Gideon, noi al turno successivo possiamo lanciare Glorybringer, attaccare il planeswalker, e distruggerlo. La sola esistenza di Glorybringer condiziona il modo di montare e giocare un mazzo Standard.

Vediamo in dettaglio come funziona questa carta, e cerchiamo di chiarire tutti i dubbi possibili.

Iniziamo col vedere cosa dicono le CR riguardo l'abilità Stremare (exert):
 

701.37. Stremare
701.37a Per stremare un permanente, scegli che non stapperà durante la tua prossima sottofase di stap.

I documenti ufficiali non rendono chiara la "storia" dietro questa abilità, così ci prendiamo una licenza poetica e immaginiamo come suonerebbe:

"Gli dei di Amonkhet chiedono dei sacrifici ai loro eroi. Sacrifici che verranno ripagati, con un incremento della forza e delle abilità, almeno momentaneo. Ma ci sarà un prezzo da pagare: gli eroi stremati non potranno prendere parte alla prossima battaglia".

Dunque, dobbiamo decidere se stremare o meno una creatura nel momento in cui la dichiariamo attaccante. Stremare è un costo: non è possibile rispondere, stremare non va in pila.
All'atto di stremare una creatura è normalmente associata un'abilità innescata, a cui invece è possibile rispondere. Quindi, dobbiamo avere ben presente la differenza tra l'atto di pagare il costo di stremare e l'innesco dell'abilità associata, e comunicare correttamente le nostre azioni.

Se vogliamo evitare che l'abilità si inneschi, dobbiamo agire prima che la creatura venga dichiarata attaccante: dopo quel momento, sarà troppo tardi, dato che non possiamo rispondere alla scelta di stremare o meno.
Una creatura stremata non stappa durante la prossima fase di Stap di chi l'ha stremata.
Se decidiamo di stremare, allora un'abilità si innesca e va sulla pila.
Nel caso di Glorybringer, l'abilità innescata fa 4 danni ad una creatura bersaglio non Drago. Se bersagliamo un Drago per errore, a seconda del tipo di torneo, potremmo andare incontro ad una penalità. Non ci addentriamo nel discorso; ricordate solo che "Drago non mangia Drago", e fate attenzione a bersagliare una creatura non Drago.

Una volta che è stato scelto un bersaglio legale, possono verificarsi diverse situazioni.
  1. Che succede se, in risposta alla innescata, Glorybringer viene esiliato da una magia, ad esempio da Final reward? L'abilità ormai è sulla pila, e a tempo debito si risolverà e farà 4 danni al bersaglio scelto, anche se il Drago in quel momento si troverà in esilio.
  2. E se, invece di essere distrutto o esiliato, il drago mi ritorna in mano a causa di un Galestrike? Ci troviamo nella stessa situazione di cui sopra: l'abilità è sulla pila, e si risolverà a tempo debito. Per nostra fortuna, questa volta Glorybringer sarà nella nostra mano anziché in esilio.
  3. Si può neutralizzare l'abilità innescata con un Disallow? Sì, certo. Una volta che i bersagli sono stati scelti e l'abilità è andata in pila, quest'ultima può essere bersaglio di magie che neutralizzano le abilità. Lo stremare in sé, invece, essendo un costo non può essere neutralizzato.

Anche se l'abilità viene neutralizzata, il drago salterà comunque una fase di Stap. Il costo di stremare è stato pagato, non importa se l'abilità innescata associata è stata neutralizzata.

Il regolamento dice:

701.37b Stremare un permanente è possibile anche se non è tappato e anche se è già stato stremato durante il turno. Se stremi un permanente più di una volta prima della tua prossima sottofase di stap, tutti gli effetti che impediscono di stapparlo terminano durante la stessa sottofase di stap.

Al che la nostra immaginazione risponde ancora una volta:

"I nostri eroi di Amonkhet sono forti guerrieri induriti dalle battaglie, ma non sono stupidi. Non perderanno nessuna occasione di poter combattere la battaglia successiva. Cercheranno di eludere le regole, nonostante il sacrificio fatto ai loro Dei nelle lotte precedenti, e di aumentare le proprie abilità, disposti anche a morire nel tentativo".

Stremare un permanente significa che non stapperà durante la prossima fase di stap, ma non occorre tappare un permanente per stremarlo.
Una creatura con cautela può essere stremata, e dato che nel prossimo turno sarà stappata (a meno di effetti che la tappino), potrà venire stremata un'altra volta.

Il nostro Glorybringer non ha cautela, per cui normalmente verrà tappato quando attacca. Però che succede se, dopo averlo dichiarato attaccante, tappato e stremato, lanciamo una magia come Spidery Grasp?
Il nostro Glorybringer è stato dichiarato attaccante, e la sua innescata è andata in pila. Quando l'istantaneo risolve, avremo una creatura stappata e attaccante, per di più con +2/+4 e raggiungere, e la innescata in pila in attesa di risolversi. Ancora più importante, Glorybringer sarà stappato, completamente refrattario alla restrizione di non poter essere stappato nella prossima fase di stap. Sarà pronto per essere nuovamente stremato nel prossimo turno.
Un drago volante, cauto e sputafuoco. Che altro può volere un mago?

Ricapitolando, se, a causa di un qualunque effetto, il nostro permanente stremato arriva stappato alla nostra fase di untap, potrà essere stremato un'altra volta, senza restrizioni di sorta.

Ci sono molte carte che possono contribuire a rendere il nostro permanente stappato prima della prossima fase di stap in modo da poterlo stremare un'altra volta (Sparring Mummy, Synchorized Strike, Spidery Graps ...), e anche alcune carte che oltre a stappare le creature, conferiscono una fase di attacco addizionale (Combattimento Celebrante). Se un effetto genera fasi di attacco addizionali durante il nostro turno, potremo stremare un permanente in ogni occasione in cui viene dichiarato attaccante.

Torniamo alle regole:

Un oggetto che non è sul campo di battaglia non può essere stremato.

Perché no?

"Le divinità di Amonkhet richiedono sacrifici, ma hanno bisogno dei propri eroi vivi. Hanno bisogno di valorosi disposti a morire in battaglia, e a difenderli e venerarli in vita. La morte dei nostri eroi può essere un premio, ma questa è un'altra storia da raccontare in un altro momento ... "

Per poter essere stremati, i permanenti devono trovarsi in campo. Non è possibile stremare da altre zone, come la mano, la pila, il cimitero o l'esilio.

Alcuni fatti interessanti da considerare:
  • Se il nostro avversario prende il controllo di Glorybringer con una carta come Act of Treason, decide di stremarlo per innescare l'abilità, e spera che quando il Drago ritorna sotto il nostro controllo non stappi, il nostro avversario è in errore. Il drago è stato stremato sotto il suo controllo, quindi non stapperebbe nel suo prossimo STAP, mentre stapperà normalmente nel nostro.
  • È importante ricordare che l'abilità innescata di Glorybringer (4 danni a creatura non drago) risolve prima che l'avversario dichiari i bloccanti, magari in tempo utile per distruggere un volante, e spianare la strada al nostro coccodrillo alato.
  • Un modo di salvare il nostro Glorybringer dall'essere "marchiato" in combattimento può essere il Visir of Deferment. Dopo aver dichiarato il drago come attaccante e averlo stremato, siamo in grado di blinkarlo. Il Drago sarà rimosso dal combattimento, ma l'innescata sarà in pila, e sarà destinata a risolversi. Ancora meglio, il Drago tornerà in campo all'inizio della nostra sottofase finale, vivo, stappato e minaccioso. Anche se Glorybringer dovesse rientrare in campo tappato (ciao, Thalia, Heretic Cathar ), esso sarà un nuovo oggetto nel campo di battaglia (è andato ed è tornato). Il nuovo oggetto in campo non risulterà stremato, e stapperà normalmente durante il nostro prossimo stap.

Diamo infine un'occhiata a un ultimo esempio, che, ad essere onesti, è molto particolare, ed è più divertente che utile:
Io controllo Glory-Bound Initiate. Lo dichiaro attaccante, e lo stremo. Passo il turno al mio avversario.
L'avversario ha in campo una Prophet of Kruphix, e intende trarne il massimo profitto. Nella propria fase principale, lancia un Mind Control su Glory-Bound Initiate, e lo "ruba" così com'è: tappato e stremato.
Che cosa accadrà durante il mio prossimo STAP? Il mio Glory-Bound -Initiate, che ora è sotto il controllo del mio avversario, stapperà oppure no?

Il mio avversario applicherà l'abilità della Profetessa di Kruphix, che permette di stappare le creature: "Durante lo STAP di ognuno degli altri giocatori, STAPpa tutte le creature e le terre che controlli. "

Ma la gloria "rubata" è stremata, quindi ha una limitazione che si applica nel mio STAP. Così, nonostante la presenza del Profeta, il Glory-Bound Initiate NON PUO stappare. Si tratta di un caso raro ed improbabile, ma le vie di Magic The Gathering sono misteriose e vale la pena esplorare tutte le possibilità.

E qui concludiamo con la nostra carta del mese. Un temibile drago in Standard, con del potenziale da sfruttare. Spero che questo articolo vi sia utile per vincere molte partite, e non dimenticate di lottare sempre fino allo stremo.

Revisione: Giorgio Maldarizzi