Articoli
Report 2017 - 4Seasons Winter Bologna
Articolo del 8-3-2017 a cura di Cinelli Francesco Cremaschi Filippo Gallori Riccardo
Cinelli Francesco
Cremaschi Filippo
Gallori Riccardo


1488874066_[banner]Report_del_Mese-v2.png

Benvenuti a questo report scritto a ben 6 mani della due giorni a Bologna.

Se volete raccontare anche voi di esperienze uniche, o segnalare i racconti di un altro Judge, non esitate a contattarmi.

Mike


 

Report 2017 - 4Seasons Winter Bologna

 

 

Salve a tutti sono Francesco e sarò l’HJ del 4season. Ho cominciato così tutte le mail, i messaggi Facebook, i post del forum con questa formula.
Non tanto per comunicare al resto dello staff i miei infiniti poteri cosmici, ma quanto perché nemmeno io riuscivo a crederci per davvero.
Sono Judge da nemmeno due anni e mi ritrovo ad essere l’HJ di un evento su più giorni con un ottimo staff.

La vera domanda è come ci sono riuscito???
La risposta è facile: con l’aiuto di questa community che ha saputo guidarmi passo per passo e consigliarmi su come migliorare, con l’aiuto di tutti quei judge che oltre essere judge sono anche diventati miei amici.

Durante uno dei miei primi eventi ero talmente terrorizzato da non ricordarmi nemmeno il nome degli altri membri dello staff, ma l’HJ disse a fine giornata:  “Prendi gli aspetti che sono venuti bene del tuo lavoro e tienili fissi. Prendi gli aspetti che sono venuti male e migliorali”

 

Staff

 

Scorekeeper
Saverio Adamo: poncho & calzino rendono quest’uomo un ottimo scorekeeper. Avevo già lavorato con lui in diverse occasioni e non avevo dubbi sulla sua prestazione. È stato anche il cuoco di una grande spaghettata attorno alla mezzanotte di Sabato.

Responsabile EoR Sabato
Federico Vecchio: Carpetta alla mano e visione di insieme sono il motivo per cui non posso scrivere di ritardi sui turni.

Responsabile Deck Check Sabato & Responsabile EoR Domenica
Luca Chiassoni: lo avevo preso in staff, ma non mi ricordo di averlo visto. In compenso ho avuto un Dark Confidant che per tutti i due giorni mi ha consigliato e aiutato a crescere. Quando ho avuto dubbi mi ha aiutato nel modo migliore, non dandomi la risposta, ma aiutandomi ad arrivarci da solo. Vero mattatore dello staff, è stato ineccepibile in ogni task.

Responsabile Deck Check Domenica
Alessandro Ventura: Durante la pianificazione dovevo assegnare qualcuno ai Deck Check della domenica, mi serviva qualcuno di metodico perché sapevo sarebbero stati almeno una decina e spalmati su più turni; allo stesso tempo mi serviva qualcuno di preciso per farli bene e in poco tempo, per non rallentare il procedere del torneo. Ale si è dimostrato pianificatore e metodico, ma anche prontissimo a cambiare piano e riaddattarlo alla situazioni.

Responsabile Paper Sabato & HJ Invitational Legacy
Riccardo Gallori: Sulla strada per il L2 da tanto tempo volevo che dimostrasse a se stesso che le qualità non sono soltanto frutto dello studio, ma anche dell’esperienza sul campo.
Per questo motivo era Responsabile del Paper del Sabato e HJ del side event legacy; Task sulla carta facili, ma dove la componente di organizzazione del giorno precedente era fondamentale.

Responsabile Paper Domenica
Andrea Scollo: Anche lui sulla strada per L2 era il responsabile paper della domenica.
Ho collaborato spesso insieme ad Andrea e l’ho visto sempre migliorare, passando da essere un mite e confuso candidato ad un ottimo responsabile in uno staff di un grande evento.

Floor Judges
Alberto Nesca e Filippo Cremaschi hanno lavorato per entrambi i giorni come Floor judge Volontari. A loro andrebbe il più sentito riconoscimento da parte mia: Il volontariato è la base del judge program, permette la creazione di staff in cui tutti fanno esperienza.

Il mio mentore mi fece notare una volta che la ricompensa per un arbitro che applica da volontario è l’Esperienza e quest’ultima è come il tempo: impagabile e rarissima.

 

Un lungo Sabato


Salve a tutti sono Riccardo Gallori e, sotto l’occhio vigile di Francesco Cinelli, ho avuto modo di arbitrare, nel ruolo di HJ l’Invitational Legacy valido per stabilire chi fosse il migliore giocatore di figurine Legacy italiano.

La giornata era iniziata alquanto male. Sveglia alle 5:30. In macchina da Firenze fino alla rendez vous con Francesco e Saverio e poi dritti al circolo dove si sarebbe disputato il torneo.
Arrivati là alla sala mi occupo subito di mettere le indicazioni per il torneo (ero nel Team Paper), affiancato da Alberto, ringraziando il Comune di Bologna aveva ben deciso di requisirci la sala. Una serie di sfortunati eventi per iniziare al meglio la giornata.

Dopo la preparazione riprendo il mio compito di Team Leader Paper e non ne azzecco mezza, non tanto per l’evento impegnativo, ma ero arrugginito e completamente nel pallone: era da novembre circa che non arbitravo e si vedeva in tutto e per tutto.
L’errore più plateale che ho fatto è stato il non delegare ad un altro arbitro il task Paper mentre ero preposto a fare HJ al Legacy. Fortunatamente Luca Chiassoni, ha notato l’inghippo e ha subito risolto il problema.
Inutile dire che sono di nuovo andato in iperventilazione.

E’ stata una giornata dura e lunga, molto lunga: l’assenza di una cena vera e propria si è un po’ fatta sentire.
Tuttavia la soddisfazione la sera a casa da Francesco, che mi aveva pure ospitato, è stata enorme: arrivare a fine giornata stanco, ma soddisfatto aiuta molto dopo un inizio di giornata non esaltante.
Godersi un piatto di pasta a mezzanotte, chiacchierare e ridere e dopo 5 ore di sonno scarse ricominciare un’altra giornata e tirare fino a sera tarda è stato davvero impagabile.

 

Nuove esperienze


Ora mi intrufolo io, Filippo Cremaschi, fresco L1 con pochissima, anzi a questi livelli, zero esperienza ma, nonostante una faccia da addormentato, carico a mille per imparare qualcosa di nuovo.
Bene si parte con le presentazioni e faccio la conoscenza tanti Judge: esclusi Francesco e Alberto sono tutti volti nuovi.

Mi vengono spiegate le procedure e varie task e la cosa che mi colpisce di più è questo termine "procedure di EoR" (NdR: End of Round, tutte le operazioni che effettuamo per velocizzare la fine di ogni Round).
Dopo essermelo fatto spiegare da Federico, aka il mio L2 di riferimento, mi stupisco della genialità della cosa e di quanto possa essere “semplice” (non così tanto in pratica ma in linea teorica lo sembrava).

Inizia il torneo e io, abbastanza teso, inizio a floorare.
E poco dopo sono lì a dare la prima penalità: un Warning per GRV (NdR: Game Rule Violation). Ho percepito un' emozione strana, come se avessi scritto la prima pagina di un nuovo capitolo, mista anche al senso di colpa perché conoscevo il ragazzo e alla consapevolezza che sono lì per questo, ed è giusto così.

Il torneo procede spedito senza il minimo spreco di tempo.
Non ci sono state chiamate interessanti, almeno per me, eccetto un simpatico siparietto tra un giocatore e l’HJ che ha mantenuto una calma stoica invidiabile.
Ho avuto modo di ricevere del sano mentoring post evento: Federico tramite la chat di Facebook mi ha spiegato in un modo estremamente semplice un concetto che non mi era chiaro: come e perché funziona la shortcut Combat.

Come si dice: chi ben comincia… chi ben comincia (Cit.)
E infatti così è, nonostante il mio iniziale timore, con il suo atteggiamento calmo mi infonde sicurezza mi faccio più forza e prendo un po’ di sicurezza che saprò sfruttare ai prossimi eventi.

 

Quiz Time!


1) Veniamo chiamati al tavolo da uno degli organizzatori dello streaming poiché si sono accorti che Arcano ha giocato un Maelstrom Pulse senza avere il mana verde.
Questo è successo 3 turni prima. Penalità? Fix?

2) Niobio ha in campo un Notion Thief ed Arsenico, ormai stanco, gioca nel suo turno una Brainstorm non ricordando cosa ha in campo l’avversario e pesca 3 carte.
Niobio glielo fa notare e dopo una sommessa imprecazione da parte di Arsenico, questi mette in cima al proprio grimorio prima una carta poi, dopo averci pensato su un attimo, ne mette sopra altre due e rimescola.
Cosa fate? Penalità? Fix?

3) Alessandro lancia nel suo turno Thought Scour, non dichiara il bersaglio ma pesca la prima carta del mazzo, poi guarda le prime due carte del mazzo e le mette sotto al mazzo in un ordine qualsiasi.
Alessandro non sta barando. Penalità? Fix ?