Articoli
Almanacco IMJ - Settembre 2016
Articolo del 11-10-2016 a cura di Fadda Giampaolo
Fadda Giampaolo


1476192274_almanacco_IMJ_v1.png

ALMANACCO IMJ

- Settembre 2016 -

 

Sommario


UNO SCHERZO FINITO MALE

State giocando e arbitrando a un FNM Legacy nella vostra città.
Tra un turno e l'altro, per fare uno scherzo all'amico, Luca e Carlo cambiano tutti i Tendrils of Agony nel mazzo di Andrea con delle Isole identiche a quelle che gioca già, mettendo poi le stregonerie nel raccoglitore dell'amico. Nel turno successivo, dopo una partita di quasi 20 minuti, Andrea si accorge che non ci sono piú i Tendrils quando pesca tutto il mazzo nel turno in cui pensava di vincere.
Gli amici si mettono a ridere e confessano tutto.
E se fosse successo a REL Competitive?
 

A qualsiasi REL, l'autore dello scherzo viene squalificato. A REL Regular, ripristiniamo il mazzo al volo e lasciamo continuare la partita. A REL Competitive, il giocatore è comunque responsabile del contenuto del mazzo che presenta, quindi riceve game loss per Deck/Decklist Problem.

 


CHE DISASTRO DI ANCESTRAL


Adele lancia una Ancestral Recall, bersagliando se stessa e pagandola con un mana verde.
Quando si risolve, Adele pesca quattro carte.
 

Le due infrazioni sono separate. Per quanto la carta addizionale non sarebbe stata pescata se non fosse stata commessa la GRV, dobbiamo comunque gestirle indipendentemente, perché non derivano dallo stesso errore.

Assegniamo al giocatore un Warning per Hidden Card Error e uno per Game Rule Violation. Correggiamo prima l'ultimo errore, ossia HCE: il giocatore rivela la sua mano e l'avversario sceglie una carta da mischiare nel mazzo. Poi decidiamo se fare backup della GRV oppure no. Se decidiamo di farlo, mettiamo in cima al suo mazzo tre carte a caso dalla sua mano, stappiamo il Mox Emerald che ha usato per prendere mana e rimettiamo l'Ancestral Recall nella sua mano.

(questa Ancestral Recall in foto NON esiste)


SPELL QUELLER E ABILITÀ INNESCATE

 
Andrea controlla uno Spell Queller, col quale ha precedentemente esiliato uno Snapcaster Mage di Nicola.
Durante la pre-combat main-phase di Andrea, Nicola lancia un Lightning Bolt, bersagliando Spell Queller. In risposta, Andrea lancia un Restoration Angel, che si risolve, e bersaglia con la sua abilità innescata proprio Spell Queller.

Andrea via chiama al tavolo e vi chiede come funziona questa interazione, se Spell Queller sopravviverà e se, nel caso, potrà di nuovo esiliare lo Snapcaster Mage dell'avversario una volta che lo Spell Queller sarà uscito e rientrato sul campo di battaglia.
 
 

Sopravviverà perché quando rientrerà in gioco sarà un nuovo oggetto senza memoria del suo passato [CR 400.7], ma non riuscirà ad esiliare lo Snap perchè mentre l'abilità del Restoration risolve lo Spell Queller prima lascia il gioco, innescando la sua seconda abilità, poi rientra in gioco e innesca la prima; queste due abilità attendono di essere messe in pila, quando ciò avviene Andrea sceglie l'ordine e i bersagli se previsto [CR 114.1]. La prima abilità bersaglia magie e lo Snap é una carta in esilio quindi non é un bersaglio valido.

Comprehensive Rules
400.7 Un oggetto che si sposta da una zona ad un’altra diventa un nuovo oggetto, senza memoria della sua precedente esistenza né alcuna relazione con essa.
114.1 Alcune magie e abilità richiedono che il loro controllore scelga uno o più bersagli. I bersagli sono oggetti, giocatori e/o zone su cui la magia o abilità avrà effetto. Questi bersagli vengono dichiarati come parte del processo di mettere in pila la magia o abilità. I bersagli non possono essere cambiati eccetto se un'altra magia o abilità esplicitamente lo permette.

FABRICATE

Cosa accade se dimentico la trigger di una carta con l’abilità fabricate e me ne rendo conto dopo vari turni?
 

Con le nuove IPG, l'avversario può risolvere l'azione di default o non farti fare niente. Nel caso di fabricate, probabilmente deciderà di non farti fare niente, ma può farti mettere i token, anche se è passato tanto tempo.

Infraction Procedure Guide
2.1 Se l’abilità innescata prevede una scelta da parte del controllore ed è presente un’azione di default (di solito indicata dalle espressioni “Se non lo fai” oppure “a meno che”), l’avversario può scegliere di far risolvere l’abilità eseguendo l’azione di default. [...] l’avversario sceglie se far risolvere l’abilità la prossima volta che un giocatore riceve priorità o quando un giocatore riceve priorità all’inizio della prossima fase. Queste abilità non hanno una durata passata la quale cessano di esistere e il rimedio si deve applicare indipendentemente da quanto tempo è passato da quando avrebbero dovuto risolversi.

DELVER ALL’APPELLO!

Siamo al turno 2 di un PPTQ, durante un deckcheck troviamo 4 checklist rappresentanti Delver of Secrets che risultano correttamente registrati nella lista, tuttavia nel portamazzo c’è un solo Delver. Parlando col giocatore dichiara di non sapere che non si potesse fare.
 
 

Appurato che il giocatore non sapesse di dover avere tutte le carte check-list rappresentate da carte reali, avrà la possibilità di trovare i 3 delver mancanti altrimenti dovrà sostituire le 3 check-list in eccesso con 3 terre base a sua scelta. L’infrazione è DDL per la quale verrà assegnato un GL.

 

 

 


FALSO LEC?


Giocatore di Living End rianima tra le tante creature Architects of Will, prende le prime 3 carte, le guarda le riarrangia le rimette in cima. Come spesso capita alcuni le mettono in cima temporaneamente solo per poi ridare uno sguardo alle proprie carte nella mano e poi riflettere se riordinarle. Succede che nel mentre parlava con l'avversario scherzando reciprocamente (era una finale goliardica) distrattamente invece di prendere 3 carte ne prende 5.
 

 

è una HCE il giocatore di Living end farà vedere le 5 carte all'avversario il quale ne sceglierà 2 da rimescolare nel mazzo con annesso warning.

Piccola curiosità….con le IPG aggiornate a kaladesh, in caso di carte conosciute in cima, il nuovo fix per l' HCE è “rimetti in cima lo stesso numero di carte conosciute e se ci sono carte in eccesso, rimescola solo quelle in eccesso”.

 


FALSO HCE?

Gianluca lancia Serum Visions. Pesca, poi guarda per scry. Poggia un attimo le carte sul tavolo per guardare la sua mano, riprende le due carte, mette una sotto e tiene la seconda in mano. È un Lotus Bloom, che sospende immediatamente. Walter dice “guarda che hai pescato due!”
 

Sicuramente c'è stata un'infrazione, quale? Vediamo: una carta si è spostata da una zona nascosta a un'altra zona nascosta. Che sia un Loto l'ha visto solo Gianluca: anche se è presumibile che Walter l'abbia capito, questo non è un elemento da considerare per determinare l'infrazione.

Siamo di fronte alla nostra infrazione preferita: HCE (FKA DEC). Le policy ci autorizzano a effettuare uno small backup, quindi l'ultima carta giocata torna in mano (indipendentemente dal fatto che fosse proprio quella extra). La mano viene rivelata e, dato che una delle carte era in posizione nota a Gianluca, Walter ne sceglie una da mettere in cima per lo scry. Penalità: Warning.

 


RIPRESA TRASCESA

Salvatore attiva la seconda abilità di Narset Transcendent e lancia Lightning Helix. Dichiara che nel turno dopo la rigiocherà, quindi la mette nel cimitero. All'inizio del suo turno successivo, la cerca per lanciarla e si accorge che è nel cimitero.
 

Innanzi tutto, vediamo di capire se per caso l'avversario di Salvatore si è accorto dell'eroore e ha taciuto nella speranza di ottenerne un vantaggio. Appurato questo, rebound non è opzionale: è un effetto di sostituzione, non una trigger. Quindi siamo in un caso di GRV. Per fortuna, fra i fix parziali consentiti abbiamo di rimettere una carta nella zona corretta se non è distruttivo per il gioco. Helix va in esilio e la facciamo giocare di rebound. Warning a Salvatore per l'errore e al suo avversario per FTMGS.



Revisione: Carpanedo Matteo