Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Carta del Mese - Gitrog Monster
Articolo del 26-4-2016 a cura di Scialpi Francesco
Scialpi Francesco


 


Indovinello: cosa è 6/6, costa 3BG, ha una valanga di testo, e non è Spiritmonger?

Shadows over Innistrad non è particolarmente dedicata al multicolor, ma contiene una manciata di carte bicolore di indubbia potenza. In draft, di norma non vogliamo committarci troppo presto a due colori; in pratica, nessuno ci biasimerà se come primo pick prendiamo Sigarda, Olivia, o The Gitrog Monster, anzi. In costruito, vedremo ben presto le nuove carte in azione.

The Gitrog Monster, più che altre carte, va valutata nel suo complesso.
Un 6/6 a costo 5, deathtouch, si qualifica come "ciccione". Aggiungiamo a questo:
 
  • una abilità svantaggiosa, che ci fa sacrificare le terre;
  • una abilità vantaggiosa, che ci fa calare una terra in più a turno, recuperando il land drop sacrificato;
  • una ulteriore abilità vantaggiosa, che ci fa pescare ogni volta che perdiamo una o più terre.

Tirando le somme, il bilancio sembra nettamente positivo. Forse The Gitrog Monster non è la carta adatta a un mazzo quadri/penta colore, ma in un bi/tricolore potrà senz'altro dire la sua.

"At the beginning of your upkeep, sacrifice The Gitrog Monster unless you sacrifice a land."

Ad ogni mantenimento, il mostro richiede il suo tributo. Alcune cose da tenere a mente:
 
  • sacrificare una terra è facoltativo. Se, a un certo punto della partita, decidiamo che le nostre terre ci sono più utili di The Gitrog Monster, possiamo sempre decidere di sacrificare il Monster;
  • se non abbiamo alcuna terra da sacrificare, siamo obbligati a sacrificare The Gitrog Monster;
  • questa abilità va in pila all'inizio del mantenimento. La scelta se sacrificare o meno, e cosa sacrificare, va fatta in risoluzione dell'abilità. Con l'abilità in pila, possiamo attingere mana da una terra, e poi sacrificare la terra tappata. Se il mana in riserva non viene usato, esso svanirà non appena lasciamo la sottofase di mantenimento per entrare nella sottofase di acquisizione. Non è possibile usare questo mana per lanciare la carta pescata di turno;
  • è possibile rispondere all'abilità. Con l'abilità in pila, è perfettamente legale sacrificare Sakura-Tribe Elder, cercare una terra, e sacrificare la terra appena cercata;
  • che succede se stappiamo e peschiamo, scordandoci dell'abilità del Monster? E' esattamente come stappare e pescare, senza pagare l'eco di un permanente. L'azione di default è sacrificare il Monster; dato che non abbiamo sacrificato una terra per scongiurare tale azione, si compie l'azione di default, e la nostra creatura finisce nel cimitero.

"You may play an additional land on each of your turns."

Che succede se controlliamo più di un The Gitrog Monster? Ne scegliamo uno e mandiamo al cimitero tutti gli altri, perché il Monster è leggendario! Bravi, volevo vedere se stavate attenti.

Che succede, allora, se controlliamo The Gitrog Monster, giochiamo due terre, e poi lanciamo un secondo The Gitrog Monster e sacrifichiamo il primo? Possiamo giocare una terza terra? La risposta è no.

Nel momento in cui vorremmo giocare la terza terra, abbiamo in campo un solo The Gitrog Monster, quindi abbiamo diritto ad una sola terra addizionale. In questo turno abbiamo già usato questo bonus, giocando una seconda terra, quindi non abbiamo diritto a giocare una ulteriore terra addizionale. Il The Gitrog Monster che ci ha fatto giocare la seconda terra non è lo stesso di quello che controlliamo adesso, ma questo non conta.

Del tutto analogo il caso in cui controlliamo The Gitrog Monster, giochiamo due terre, e "blinkiamo" The Gitrog Monster, ad esempio con l'abilità di Eldrazi Displacer: non abbiamo diritto a giocare la terza terra.

E se controlliamo The Gitrog Monster e Oracle of Mul Daya? Gli effetti si accumulano. Stavolta sì, possiamo giocare tre terre: una di turno, una per The Gitrog Monster, una per Oracle of Mul Daya.

"Whenever one or more land cards are put into your graveyard from anywhere, draw a card."

Il Monster è anche una forma di "drawing engine".
Pescheremo una carta ogni volta che una o più terre finiscono nel nostro cimitero da qualunque zona:
 

Che succede se nel cimitero finisce più di una carta terra? Dobbiamo chiederci se queste terre finiscono nel cimitero tutte insieme, come conseguenza di un singolo evento, oppure come conseguenza di più eventi. Pescheremo una carta per ogni evento.

Un Vessel of Paramnesia sacrificato ci fa pescare uno se maciniamo una, due o tre terre.

Se due Mutavault muoiono nello stesso combattimento, peschiamo uno.

L'abilità di Countryside Crusher, invece, manda le terre nel cimitero una per volta. Ogni terra che finisce nel cimitero è legata ad un diverso evento. N terre finiscono nel cimitero = N eventi = peschiamo N.

Supponiamo ora di terminare il nostro turno con più di sette carte in mano.
Normalmente, scartiamo le carte in eccesso, e i giocatori non ricevono priorità, quindi si procede alla fase di untap del giocatore avversario. Ma se scartiamo una terra, l'abilità di The Gitrog Monster si innesca. Il regolamento ci consente di rispondere all'abilità, e prevede che avvengano degli scambi di priorità. Vediamolo passo per passo:
 
  1. Scartiamo le carte in eccesso. Se tra le carte scartate non ci sono terre, fine. Se c'è almeno una terra, procedi al punto 2.
  2. L'abilità "draw a card" va in pila. I giocatori ricevono priorità, prima il giocatore attivo e poi quello non attivo. E' possibile lanciare istantanei e/o attivare abilità dopo che il giocatore ha scartato, ma prima che abbia pescato. Tali oggetti risolvono.
  3. L'abilità "draw a card" risolve. I giocatori ricevono ancora priorità, prima il giocatore attivo e poi quello non attivo. Se abbiamo appena pescato un istantaneo, possiamo lanciarlo. Risolviamo anche questi oggetti.
  4. Se abbiamo sette carte o meno in mano, fine. Se abbiamo più di sette carte in mano, torna al punto 1.
     
In sostanza, usciamo dal ciclo solo quando abbiamo sette carte o meno in mano. Non c'è alcuna possibilità di terminare il proprio turno con otto carte in mano.