Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Report 2015 PTQ Bruxelles - Catania + pPTQ Vancouver
Articolo del 12-1-2015 a cura di Romeo Luca
Romeo Luca

Tag: PTQ Catania pPTQ

Beccatevi questo doppio report carpiato con avvitamento....

 

 

Report PTQ Bruxelles – Catania  Domenica 4 gennaio 2015

 

Organizzatore: Comics’ Collection

Formato: Standard
Giocatori: 108
Turni: 7 + top 8
Staff: L2 Saverio Adamo (HJ), L3 Salvatore La Terra (AJ), L2 Paolo Caruso (FJ), L2 Luca Romeo (FJ), L1 Mauro Ricciardi (FJ), L1 Renato Spinelli (FJ)

108 giocatori al via dell’ultimo PTQ della storia in Sicilia, team arbitrale collaudatissimo che accoglie tra i suoi anche Renato al suo primo PTQ da Judge.
Come da accordi precedenti con l’HJ io mi occupo della logistica, arrivo che la sala è già sistemata per i giocatori, ma manca ancora la stampante, mi occupo con Paolo di trovare il posto adatto per il tavolo dove tenere le liste ed effettuare i deck check; vicino alla Judge Station, ma sufficientemente separato dalla stessa, per evitare “intrusioni” di giocatori durante le procedure di conteggio e controllo mazzi.
Ci alterniamo ai deck check guidati dall’ottimo Paolo, e seguiamo i tavoli di fine turno sotto la direzione di Renato, che porta avanti il compito senza difficoltà, nonostante fosse la sua prima esperienza di “EOT”.
Nel frattempo mi preoccupo di mandare in pausa pranzo i Judge a rotazione, compito facile dato che eravamo in 6, assicurandomi che restasse sempre in sala almeno uno tra L’HJ e l’AJ, e garantendo una completa copertura della sala e dei mid-round deck-check.
Dopo la fine del quarto turno si avvicinava l’inizio del PPTQ che si sarebbe svolto come Side event; mentre mi accingo a preparare la sala mi viene chiesta la disponibilità a fare da HJ per tale evento; a questo punto finisco la sistemazione dei tavoli, utilizzando un paio di file di tavoli, ormai vuoti, a divisione dei tue tornei. A questo punto vado in pausa anche io in attesa del pPTQ e abbandono metaforicamente il PTQ, lasciandolo in ottime mani.
Situazioni e domande in fondo al post.

 

Report pPTQ Vancouver – Catania, domenica 4 gennaio 2015


Organizzatore: Comics’ Collection
Formato: Standard
Giocatori: 44
Turni: 6 + top 8
Staff: L2 Luca Romeo (HJ), L1 Renato Spinelli (FJ)

Far partire un pPTQ come side event di un PTQ alle 16 e con 44 giocatori può sembrare una pazzia? Forse, ma con tanta buona volontà e l’aiuto dell’ottimo Renato l’impresa è riuscita, e finendo prima della mezzanotte, anche se nessuno ci credeva.
La maggior parte degli iscritti erano giocatori che avevano droppato dal main event, per risparmiare tempo a loro e soprattutto a noi, abbiamo recuperato le liste mazzo di chi giocava lo stesso mazzo dal precedente torneo, e ritirato al primo turno solo quelle dei giocatori nuovi o con modifiche ai mazzi. Ma andiamo con ordine.
La sala era stata da me preventivamente sistemata riutilizzando i tavoli del PTQ periferici, il che ha permesso di tenere separati i due eventi; per evitare problemi di ogni sorta abbiamo fatto partire la numerazione di tavoli dal 40, ato che in quel momento nel main event a causa dei drop non si superavano i 38 tavoli. Nel WER, prima di creare il turno, c’è la possibilità di indicare da quale numero di tavolo far partire gli accoppiamenti, opzione che si è rivelata molto utile, soprattutto per non dover far fare calcoli astrusi ai giocatori e per non rischiare di ritrovarsene qualcuno seduto ad un tavolo del PTQ. Abbiamo approntato un tavolo Judge Station periferico, per essere più vicino all’evento, in cui abbiamo effettuato i deck check e raccolto le slip, che poi provvedevo a riportare alla judge station principale, organizzandomi con Salvo e Saverio per utilizzare l’unico pc e stampante presente senza sovrapporci, in questo aiutava il fatto che l’avvio dei round del pPTQ non coincideva con quelli del PTQ. Dopo avere affrontato un primo round vorticoso, tra liste mazzo da recuperare ai tavoli e alla judge station principale, la stampante che faceva i capricci, la carta che è finita nel bel mezzo della stampa delle slip, (un enorme plauso a Renato che ha gestito la sala mentre io combattevo i mostri tecnologici), la macchina entra a pieno regime e tutto fila liscio (arriva perfino una risma di carta in tempo per non dover cominciare a scrivere tutto a mano su ciò che capitava sotto mano), col passare dei turno la distanza fisica tra i due tornei aumentava, rendendo il tutto meno stressante per i giocatori. La top8 si gioca mentre la sala si svuota causa fine PTQ, e pochi sopravvissuti resistono fino alla finale che vede il messinese Giuseppe Cutrupia portarsi a casa l’invito per il regional.

 

 

Domande

 

1) Nanni ha Affrontare le sabbie in gioco e una creatura 2/2, con la quale blocca la pedina 3/3 tocco letale e il Rinoceronte d’assedio attaccanti di Aluberto, chi e quando decide l’ordine di assegnazione del danno? E quanto danno da Travolgere può essere assegnato a Nanni?
 

2) (onnipresente ad entrambi gli eventi): Cosa succede se faccio Caduta dell’eroe su Sidisi appena entrata in campo?
 

3) Mentre ordinate le liste ritirate ai tavoli al primo turno (metodo di ordinamento per tavolo), ne trovate una senza nome e senza numero di tavolo, fortunatamente essendo unica individuate facilmente il proprietario. Come vi comportate? Ci sono penalità da assegnare?

4) Al deck check trovate un mazzo con bustine Dragon shield macchiate dalla famose “caccole”, come agite? Penalità?

4b) (leggi dopo aver risposto alla precedente) Avete assegnato un warning per Marked Card e chiesto al giocatore di pulire le shield o sostituirle prima del match successivo; all’inizio del round successivo vi spunta chiedendovi se ha il tempo di pulirle prima di cominciare, alla domanda “perché non lo hai fatto prima?” risponde “Sono andato a mangiare”, come agite? Penalità?