Articoli
Il Dado è Tratto
Articolo del 15-7-2014 a cura di Tedeschi Giulio
Tedeschi Giulio

Tag: Policy IPG improperly determining a winner dado

Il Dado È Tratto


Nella maggior parte dei board-games l'utilizzo del dado è parte fondamentale dell'avanzamento del gioco, si pensi a Dungeons&Dragons, a Risiko o perfino il più semplice Gioco dell'Oca.

Grazie ad esso si crea il fattore aleatorio in grado di dare la giusta suspance per l'intrattenimento dei contendenti/partecipanti: sperare che esca un determinato numero a differenza di un altro, trattenendo il respiro dal momento in cui il dado lascia la mano finché non smette di rotolare sul tavolo (o come spesso accade, sotto di esso).

Non staremo a dilungarci sulla storia del dado e dei giochi legati ad esso, ma porremo la nostra attenzione su un solo singolo aneddoto.

Quando Giulio Cesare, in procinto di passare il Rubicone, disse la proverbiale frase che fa da titolo al nostro articolo, voleva sottolineare l'importanza di una decisione da cui non avrebbe più potuto recedere.

Per Cesare, dunque, tale frase significava una chiara dichiarazione di guerra, ma per noi, cosa comporta il lancio di un dado?


L'utilizzo dei Dadi in Magic the Gathering

Nel nostro amato gioco di carte collezionabili trovano ampio utilizzo anche i dadi, per quanto secondaria sia la loro figura.
Possono infatti essere utilizzati come raffigurazione fisica dei segnalini su un permanente, per tenere il conteggio del mana nella riserva, per annotare i danni assegnati su una creatura, fare da life-counter in mancanza di carta e penna, rappresentare pedine, determinare quale giocatore inizia la partita, etc.

Quelli appena elencati sono tutti utilizzi legali, ma vi sono situazioni e circostanze che possono indurre a compiere azioni scorrette e non ammesse. Nel corso degli anni, i redattori della Guida alle Procedure per le Infrazioni (IPG) di Magic™ si sono adoperati per coprire e tutelare la legalità del gioco su tutti gli orizzonti possibili, arrivando a toccare il nostro tema e stilando così il paragrafo 4.3 Condotta Antisportiva - Scelta Impropria del Vincitore dell'Incontro.

IPG 4.3 Condotta Antisportiva - Scelta impropria del vincitore del torneo
Definizione
I giocatori utilizzano o propongono di utilizzare un metodo che non fa parte della partita in corso (incluse azioni illegali nella partia in corso) per determinare il risultato di una partita o dell'incontro.


Il regolamento elenca inoltre alcune chiare situazioni che rientrano tra i vari comportamenti scorretti:

IPG 4.3

A. Quando finisce il tempo, due giocatori stanno per lanciare un dado per decidere il vincitore.
B. Un giocatore chiede all'avversario di lanciare una moneta per decidere il vincitore.
C. Due giocatori determinano il vincitore dell'incontro con una sfida a braccio di ferro.
D. Due giocatori determinano a pari e dispari se giocare o pattare.
E. Alla fine dei turni addizionali, due giocatori per decidere il vincitore comparano il costo di mana convertito della prima carta del loro grimorio.
F. Alla fine dei turni addizionali, due giocatori rivelano carte dal loro grimorio per vedere "chi avrebbe vinto".

Quindi qualsiasi azione che comprometta o leda l'integrità del gioco deve essere ritenuta illegale e l'esito è la SQUALIFICA dal torneo per entrambi i giocatori (a meno che uno dei due non chiami immediatamente un arbitro al momento della proposta illegale dell'altro).
 


Come individuare e risolvere il problema

Per scongiurare che la coscienza di qualche partecipante ad un evento competitivo e non, possa essere corrotta, è necessario prevenire, piuttosto che curare.

Durante i tornei tenete sempre gli occhi aperti ogni volta che viene lanciato un dado, o moneta, oltre che prestare orecchio a certe parole chiave che possono determinare una Condotta Antisportiva.

Educate i giocatori del vostro negozio di fiducia a riguardo. Fategli capire l'importanza e la gravità di certi comportamenti.

L'ultimo turno di svizzera (quando viene pubblicata la classifica) è un ottimo momento per chi ha cattive intenzioni per agire. Siate particolarmente ricettivi.

Cercate di presidiare le vicinanze dei tavoli "alti" o che si giocano accesso alle fasi finali di un evento per poter cogliere ogni segnale non consono, specialmente se ci sono premi importanti in palio.

Le fasi finali di ogni turno, quando due giocatori che si stanno affrontando e che necessitano entrambi in una vittoria per poter continuare la loro corsa alla Top 8, e che stanno per terminare il loro incontro con un pareggio, sono sempre terreno fertile sia per porre in tentazione i giocatori a tirare un dado (il più classico metodo, ma non l'unico, per determinare impropriamente un vincitore). Siate sempre vigili e cercate di seguire tutti i tavoli che stanno per andare ai turni addizzionali.

Dare una penalità (specialmente pesante come una squalifica in questo caso) ai giocatori che commettono questa infrazione non è semplice.

Siate inflessibili con chiunque (anche se con una certa ingenuità) si dimostri colpevole; i giocatori alle prime armi possono facilmente cadere nell'errore: una ramanzina terminata con un sorriso rassicurante, può educare più di un'aspra ripresa sulla condotta. L'importante è che spiegate sempre il perché della vostra sanzione.


Perchè una sanzione così pesante

Il lancio del dado o di una moneta crea un fattore aleatorio affidando al caso l'esito di un incontro che dovrebbe essere combattuto grazie allo scontro di intelletti. Ciò compromette e corrompe l'integrità di tutto il torneo.

Si perde totalmente il fattore strategico CHE È e DEVE ESSERE l'unico motivo di vita di Magic the Gathering inteso come gioco, che esso ci venga proposto durante un FNM nel negozio dietro casa o alla Finale di un Pro Tour.

Qualunque sia il premio in palio è fondamentale che i giocatori giochino, utilizzando tutti i sistemi legali all'interno di Magic.

L'obiettivo del lavoro degli arbitri è di contribuire alla correttezza del gioco facendo rispettare le regole e proteggendo non solo il gioco, ma anche i giocatori onesti che si contendono la Gloria.


Cosa fare per non commettere questa infrazione

L'unico modo per evitare di incorrere in questa infrazione (che porterebbe ad una prematura conclusione del vostro torneo) è, per quanto banale possa sembrare, NON scegliere in modo casuale il vincitore dell'incontro.

Siamo consapevoli che possono presentarsi situazioni, durante il torneo, in cui l'incontro in corso sta per terminarsi in un pareggio, inutile per entrambi i partecipanti ai fini di raggiungere le parti più alte della classifica, e solo una vittoria può permettere ad uno dei due contendenti di andare avanti.

Le scelte legali che si possono compiere in questa situazione sono due:
1) Terminare l'incontro con un pareggio
2) Concedere spontaneamente la partita all'avversario

Vorrei però sottolineare alcune caratteristiche che deve avere la concessione:
  1. La decisione deve essere liberamente presa da entrambe le parti (e non con metodi alternativi al giocare l'incontro), e non vi è stata alcuna coercizione da un lato o dall'altro.
     
  2. NON sono stati aggiunti incentivi per realizzare il pareggio o concessione

Per chiunque decida di compromettere l'esito di una partita, di un incontro, di un torneo, tramite scelte illegali, il Dado è Tratto.