Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Carta del Mese - Maggio 2014 - Prophetic Flamespeaker
Articolo del 19-5-2014 a cura di Scialpi Francesco
Scialpi Francesco

Tag: Carta del Mese Prophetic Flamespeaker double strike trample Journey into Nyx Theros





Prophetic Flamespeaker è una delle carte più chiacchierate di Journey into Nyx.

Normalmente i maghi rossi drizzano le antenne davanti a carte come Goblin Guide, 2/2 haste per un mana, o Young Pyromancer, 2/1 per due mana che sforna token in quantità, praticamente gratis. Una 1/3 per tre mana è qualcosa di piuttosto insolito, e in realtà Flamespeaker, molto più delle altre carte citate, pone dei vincoli alla costruzione del mazzo, se vogliamo sfruttarne il potenziale.

La domanda diventa, questo potenziale è significativo, oppure no?

Solo il tempo potrà dircelo. Per ora, possiamo parlare di una creatura che può fornirci carte extra in quantità e in maniera ripetuta, e nel frattempo può darci una grossa mano nel mandare a zero i punti vita del nostro avversario, se solo in qualche modo ne aumentiamo la forza.



Double strike & trample

Quando Flamespeaker attacca, vogliamo sempre che faccia danno al nostro avversario (e non ai bloccanti), in modo da innescarne la terza abilità. Flamespeaker da una parte non ha abilità evasive, dall'altra la combinazione di double strike e trample crea diverse situazioni in cui la nostra creatura farà danno all'avversario anche se bloccata. Vediamo alcuni possibili scenari.


Flamespeaker viene bloccato, ma prima di assegnare i danni tutti i bloccanti vengono distrutti

Normalmente, se lasciamo che i blocchi vengano dichiarati e poi distruggiamo i bloccanti, la creatura attaccante si considera comunque bloccata, e non fa alcun danno.

L'abilità travolgere cambia le carte in tavola: una volta assegnato danno letale a tutti i bloccanti, il danno in eccesso può essere assegnato al giocatore. In assenza di creature bloccanti, non c'è alcun danno letale da assegnare, tutto il danno viene assegnato al giocatore in difesa. Quindi, Flamespeaker fa 1 danno da first strike al giocatore in difesa, viene esiliata una carta, poi fa 1 danno al giocatore in difesa, viene esiliata una carta.

Un caso del tutto analogo si ha quando un effetto, anziché una creatura, rende bloccato il Flamespeaker.

Lanciare Curtain of Light su Flamespeaker è una giocata legale, che fa pescare una carta al controllore della magia, ma travolgere + nessuna creatura bloccante = tutto il danno al giocatore in difesa, anche in questo caso.


Flamespeaker viene bloccato, ma i danni da first strike sono sufficienti a uccidere i bloccanti

Supponiamo che Flamespeaker venga bloccato da un Elvish Mystic: Elvish Mystic riceve 1 danno da first strike, e muore. Nella seconda fase di assegnazione del danno, in virtù di trample, Flamespeaker fa 1 danno al giocatore, viene esiliata una carta.

Il principio è simile al caso precedente: nella seconda fase di assegnazione del danno, il Flamespeaker è bloccato, ma non ci sono creature bloccanti, il danno viene assegnato al giocatore.


E se la creatura bloccante ha protezione dal rosso?

Flamespeaker viene bloccato da una Burrenton Forge-Tender: il danno da first strike viene prevenuto, Burrenton Forge-Tender non riceve alcun danno. Nella seconda fase di assegnazione del danno, il danno viene ancora prevenuto. Flamespeaker non fa danno al giocatore, non vengono esiliate carte.

Supponiamo che Flamespeaker sia equipaggiato da una Umezawa's Jitte: la protezione previene il danno, che si considera non inflitto. Jitte non si carica.

Supponiamo che una Hall of Triumph conferisca +1/+1 al Flamespeaker: quando si assegnano i danni da first strike, travolgere consente di assegnare 1 danno a Burrenton Forge-Tender e 1 danno da travolgimento al giocatore. Vale lo stesso quando si assegnano i danni normali. Complessivamente, zero danni a Burrenton Forge-Tender, 2 danni al giocatore in difesa, vengono esiliate due carte.


E se la creatura bloccante rigenera?

Flamespeaker viene bloccato da un River Boa, e il River Boa viene dotato di uno scudo di rigenerazione: River Boa riceve un danno da first strike. Lo scudo di rigenerazione salva il Boa, che rimane in campo, ma viene TAPpato e rimosso dal combattimento. Nella seconda fase di assegnazione del danno, Flamespeaker fa 1 danno al giocatore, viene esiliata una carta.

Supponiamo che Flamespeaker sia equipaggiato da una Umezawa's Jitte: a differenza della protezione, la rigenerazione non previene il danno, bensì ne modifica gli effetti. Il danno è comunque inflitto. Jitte si carica quando Flamespeaker fa danno al Boa, e si carica ancora quando Flamespeaker fa danno al giocatore.

Supponiamo che una Hall of Triumph conferisca +1/+1 al Flamespeaker: quando si assegnano i danni da first strike, è lecito assegnare 1 danno al Boa e 1 danno al giocatore in difesa. Quando si assegnano i danni normali, si assegnano due danni al giocatore in difesa. Complessivamente, 1 danno al River Boa, 3 danni al giocatore in difesa, vengono esiliate due carte.


E se la creatura bloccante è indistruttibile?

Flamespeaker viene bloccato da una Predator Ooze: Predator Ooze riceve un danno da first strike. Essendo indistruttibile, non muore, ma ha danno letale segnato su di sé. Nella seconda fase di assegnazione del danno, poiché tutti i bloccanti hanno danno letale assegnato, Flamespeaker fa 1 danno al giocatore, viene esiliata una carta.

Supponiamo che Flamespeaker sia equipaggiato da una Umezawa's Jitte: indistruttibilità non previene il danno, che si considera inflitto. Jitte si carica quando Flamespeaker fa danno a Ooze, e si carica ancora quando Flamespeaker fa danno al giocatore.

Supponiamo che una Hall of Triumph conferisca +1/+1 al Flamespeaker: quando si assegnano i danni da first strike, è lecito assegnare 1 danno a Ooze e 1 danno al giocatore in difesa. Quando si assegnano i danni normali, Ooze ha già danno letale segnato su di sé, quindi è lecito assegnare 2 danni al giocatore in difesa. Complessivamente, 1 danno ad Ooze, 3 danni al giocatore in difesa, vengono esiliate due carte.



La terza abilità

La terza abilità di Flamespeaker genera un "virtual card advantage", consentendoci di esiliare carte del mazzo e giocarle entro il turno.

Poiché si parla di "giocare" queste carte, si intende che si possono sia lanciare le magie esiliate, sia giocare le terre esiliate (Se l'abilità parlasse di "lanciare", anziché di "giocare", avremmo potuto lanciare le magie ma non giocare le terre).

Le carte esiliate vengono giocate dalla zona di esilio anziché dalla mano, ma questa è l'unica eccezione che ci viene consentita: i costi vanno pagati, tutte le "timing restriction" rimangono. Si possono lanciare le creature solo in main phase con la pila vuota, si possono giocare le terre solo in main phase con la pila vuota e solo se non si è ancora giocata terra, eccetera.

D'altro canto, se esiliamo un istantaneo, possiamo lanciarlo non appena l'abilità termina di risolversi, ovvero durante il combattimento.

Supponiamo che un Flamespeaker attacchi, e non venga bloccato. Dopo aver assegnato i danni da first strike, con l'abilità esiliamo Brute Force. È possibile lanciare immediatamente Brute Force su Flamespeaker stesso, in modo da conferirgli +3/+3 prima di assegnare i danni normali.

Una volta risolta, l'abilità genera un effetto continuo che ci permette di giocare la carta esiliata entro il turno. Una volta innescata, un'abilità è indipendente dalla sorte della sua fonte: si possono giocare le carte esiliate anche se Flamespeaker lascia il campo di battaglia.

Facciamo attenzione a non confonderci con casi simili ma differenti, come ad esempio Nightveil Specter.

Lo Spettro ha due abilità che lavorano insieme: una innescata, che esilia le carte quando lo Spettro fa danno, e un'altra, statica, che ci consente di giocare le carte esiliate. Se lo Spettro lascia il campo di battaglia, viene meno l'abilità statica, e si perde la possibilità di giocare le carte esiliate. Flamespeaker ha invece una sola abilità, innescata, che fa entrambe le cose: esilia le carte, e ci dà la possibilità di giocarle. Il diritto di giocare le carte esiliate non si perde, qualunque cosa succeda al Flamespeaker.


- Francesco Scialpi