Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Carta del Mese - Luglio 2013 - Rest in Peace
Articolo del 4-7-2013 a cura di Scialpi Francesco
Scialpi Francesco

 
Rest in Peace è chiaramente materiale da sideboard, ma è sorprendente notare sia la quantità di mazzi a cui questa carta dà fastidio, sia quanto fastidio dà a ogni singolo mazzo.

Limitandoci allo Standard:
L'avversario gioca un mazzo a base blu? Think Twice e Snapcaster Mage sono considerevolmente meno minacciosi.
Gioca un mazzo a base verde? Rancor e Strangleroot Geist non tornano.
Aristocrats? E' un mazzo che si basa su morbid e sulle creature che "muoiono", e Rest in Peace manda entrambe le cose a gambe all'aria.
Zombie? Gravecrawler non torna più, Blood Artist è un fortissimo 0/1 senza abilità, e altro ancora.
Reanimator? GOOD LUCK.

Rest in Peace ha due abilità, la prima innescata, la seconda statica.
Riguardo alla prima abilità, ricordiamo che ogni volta che risolvete una innescata, vi viene richiesto di dimostrare consapevolezza, ovvero di dire o fare qualcosa che inequivocabilmente testimonia che vi siete ricordati dell'abilità e che intendete risolverla. In caso contrario, l'abilità si considera non risolta.
Il caso di Rest in Peace è piuttosto particolare da questo punto di vista: nella maggior parte dei casi, viene lanciata questa carta, e da lì in poi il cimitero di entrambi i giocatori viene considerato come la zona di esilio, ma non viene compiuta nessuna azione visibile. In tali circostanze, un avversario che consideri l'abilità non risolta, e tenti ad esempio di lanciare una magia con flashback dal proprio cimitero, ha ottime probabilità che l'arbitro gli dia ragione.
Alcuni di noi potrebbero ritenere questo comportamento poco sportivo, ma è un comportamento legale. Per evitare di trovarsi nei pasticci, è sufficiente lanciare Rest in Peace e far capire che l'abilità si sta risolvendo. Potete spostare il vostro cimitero, per far capire che esiliate le carte, annunciare verbalmente "i cimiteri vengono esiliati", o meglio ancora entrambe le cose.

A titolo di curiosità, la zona di esilio è condivisa tra i giocatori. Esistono tanti cimiteri quanti sono i giocatori, ma esiste un'unica zona di esilio.
Si noti anche che, in presenza di Rest in Peace, i cimiteri sono vuoti, ma continuano a esistere. Attivare una Thran Foundry è legale: il giocatore bersaglio rimescola il proprio cimitero (vuoto) nel proprio grimorio (in pratica, rimescola il grimorio).

La seconda abilità è un'abilità statica, che dà origine ad un effetto di sostituzione (replacement effect). Tutte le carte e i permanenti che, per qualsiasi ragione, andrebbero nel cimitero, non ci vanno, e finiscono direttamente nella zona di esilio.
Dato che la seconda abilità non è innescata, i discorsi fatti a proposito della prima abilità non valgono. L'abilità funziona sempre, anche se non dimostrate consapevolezza. Un avversario che si accorge che non state applicando l'effetto di sostituzione è tenuto a correggervi.
Ricordiamo che una creatura "muore" quando viene messa nel cimitero dal campo di battaglia. In presenza di Rest in Peace, una creatura distrutta in combattimento, o da una rimozione, lascia il campo di battaglia e finisce nella zona di esilio. Poiché la creatura non è mai passata dal cimitero, l'evento "la creatura muore" non avviene, ed eventuali innescate legate all'evento semplicemente non si innescano.

Un Doomed Traveler che finisce esiliato non dà origine a nessuno Spirito.
Una creatura con Undying (es. Strangleroot Geist) non torna sul campo di battaglia.
Le abilità "leaves the battlefield", invece, si innescano comunque. Tali abilità si preoccupano che la creatura lasci il campo di battaglia, ma non è importante il posto in cui la creatura va a finire.
Un Thragtusk che lascia il campo di battaglia vi dona comunque un token 3/3.
Un Angel of Serenity distrutto fa comunque tornare le carte esiliate in mano ai proprietari.

L'abilità di Rest in Peace si applica anche a se stesso: quando questo incantesimo viene distrutto, viene esiliato, non va nel cimitero. Se è stato distrutto da una magia, diciamo un Naturalize, Naturalize termina di risolversi, e come ultimo passo della risoluzione prende la via per il cimitero. Dato che Rest in Peace non è più in campo, non c'è alcun effetto di sostituzione da applicare, e quindi Naturalize finisce effettivamente nel cimitero.
Analogamente, se una carta come Gaze of Granite distrugge contemporaneamente Rest in Peace e degli altri permanenti, tutti i permanenti compreso Rest in Peace finiscono esiliati, e Gaze of Granite finisce nel cimitero.

Che succede se più effetti di sostituzione tentano di rimpiazzare lo stesso evento?
Il giocatore influenzato, o il proprietario/controllore degli oggetti influenzati, decide quale effetto applicare.
Conta chi controlla/possiede gli oggetti influenzati, non chi controlla gli effetti.
Ad esempio, poniamo ci sia un Rest in Peace in campo, e il vostro avversario vi faccia scartare un Loxodon Smiter. Indipendentemente da chi controlla Rest in Peace, la situazione è come segue:
  1. Loxodon Smiter è "sulla via del cimitero"
  2. L'effetto di sostituzione di Loxodon Smiter stesso manderebbe la creatura in campo anziché nel cimitero
  3. L'effetto di sostituzione di Rest in Peace manderebbe la creatura nella zona di esilio anziché nel cimitero
Dato che Loxodon Smiter è nella vostra mano, voi scegliete. Loxodon Smiter va in campo o nella zona di esilio, a seconda di quello che voi desiderate.