Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Report 2013 - GP Bilbao - Alberto Laurenzi
Articolo del 14-2-2013 a cura di Laurenzi Alberto
Laurenzi Alberto

Ciao a tutti!
Anche se con un pochino di ritardo vi presento il report del GP Bilbao, svoltosi nel tentativo di condividere con tutti quella che sicuramente è stata una bellissima esperienza ricca di sorprese.

Un viaggio travagliato

La sera di mercoledì sono non riesco quasi a dormire dall'impazienza che ho di vivere quello che sarebbe stato il mio primo Gran Prix fuori dall'Italia, sicuramente c'è tanta voglia di vedere posti nuovi, di conoscere tanti colleghi stranieri e di rivederne altri che si possono incontrare solo in questi eventi, insieme a questo si unisce il timore di riuscire a comunicare con tutti (infatti nelle settimane precedenti ho fatto un po' di ripasso di inglese :-P).
La mattina la sveglia suona alle 4 perché il volo parte alle 6 e 50 da Bologna, fa scalo a Monaco dove dovrei incontrare Riccardo Tessitori e per le 13 dovremmo essere a destinazione... dovremmo... La neve che imperversa su Monaco però non la pensa come noi, quindi i nostri progetti di visitare la città e di passare una serata in giro si tramutano in 24 ore di attesa in aeroporto tra code e attese, per fortuna (nostra e non sua) anche Adrian è bloccato con noi quindi passiamo una giornata a fare due (tre, quattro...) chiacchiere :-)

La mattina seguente riusciamo a trovare un volo alternativo e per miracolo raggiungiamo Bilbao verso le 13, quindi siamo anche quasi in orario contando che tutti e tre avremmo dovuto essere in sala a partire dalle 15, però le nostre valigie non sono con noi...
Un po' demoralizzati arriviamo in sala dove ci danno un po' di tempo per sistemarci, giusto il necessario per fare un salto al centro commerciale, prendere qualche vestito, mangiare qualcosa e lavarci a fondo in hotel prima delle 15.
Per fortuna la giornata è molto tranquilla e per le 20:30 rientro in hotel sperando di trovare la valigia, ma niente...

Il torneo
La foto dello Staff del Gp Bilbao

Il sabato sono nel team paper e il mio buddy/team leader è Nick Sephton, che nel briefing ci spiega i nostri compiti, che consistono nell'appendere i pairings, tagliare e distribuire le slips per i circa 980 partecipanti, e infine gestire le procedure di fine turno insieme al secondo team paper. Il resto del turno lo passiamo a coprire la sala dove posso approfittare dei momenti liberi per conoscere i miei compagni di team e parlare delle situazioni interessanti.
Nonostante il numero non molto elevato di giocatori i turni sono molto lenti, tant'è che il quarto turno inizia dopo 4 ore dall'inizio del torneo...
Per le 22 riusciamo comunque a terminare i 9 lunghissimi turni di svizzera, il tempo di una doccia e mentre quasi tutti se ne vanno a dormire io, Donato, Giuseppe e Francesco decidiamo di avventurarci alla ricerca di qualcosa di mangiare. Affrontando la pioggia e il vento troviamo un locale di quelli segnalati nella guida dove poter assaggiare il pil-pil (credo si scriva così), una specie di crostini misti, e il bocadillo (un panino), la serata procede tranquilla e per l'una torniamo a dormire (e se ve lo stavate chiedendo la risposta è no, ancora non ho la valigia).

La domenica sono assegnato agli 8-men che dovrebbero iniziare per le 9, ma verso le 9 e 30 ancora non ci sono neanche 8 persone quindi veniamo assegnati agli altri public events che invece hanno riscosso molto successo (modern più di 200 persone, più di 100 per il legacy, ecc...), e facendo qualche turno in quasi tutti gli altri eventi si fanno le 18 e la mia giornata finisce.
In albergo mi fanno sapere che la mia valigia è a Bilbao e che entro le 22 arriverà... almeno la posso riportare a casa! :-)
Avendo più di un'ora di tempo libero decido di passarla con Francesco facendo un bel giro dell'hotel e aspettando gli altri, parlando già dei prossimi eventi in programma. Cavoli, praticamente è finito il GP da qualche ora che già non vedo l'ora di farne un altro! :-D
La cena, nonostante le portate poco abbondanti per le mie abitudini, è bellissima e stando tutti insieme ci facciamo un sacco di risate, l'unico problema è che il tempo passa in fretta e si fa già ora di andare a dormire.
La mattina seguente è stata un'altra odissea per tornare a casa infatti arriverò con un giorno di ritardo, ma almeno avevo con me la mia valigia! :-D

Approfitto per ringraziare tutti quelli che c'erano, è stata un'esperienza magnifica, addirittura più bella di quelle fatte nei GP italiani, e grazie anche a chi mi ha dato la possibilità di partire, però ora lo sapete che non vi liberate più di me? :-P
Mi auguro che chi c'era si sia trovato altrettanto bene e auguro a tutti di poter fare parte dello staff di qualche GP, perché certe esperienze sono da provare di persona e sicuramente non si riescono a descrivere (specialmente se chi le descrive sono io).
A presto!
Alberto