Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Voglio diventare arbitro! (2012)
Articolo del 18-12-2011 a cura di Callegari Matteo
Callegari Matteo

Sei un giocatore appassionato e ti piacciono le interazioni difficili tra le migliaia di carte che sono state stampate?
Ti piace gestire eventi, coordinare il lavoro di altri e organizzare una giornata piacevole per altre persone?
Credi fermamente che anche in un gioco di "figurine" è importante investire energie per garantire un clima piacevole e un ambiente sano?

Bene, se ti puoi identificare anche in una sola di queste domande, diventare arbitro di Magic potrebbe essere un percorso interessante per stimolarti, divertirti e avere l’occasione di conoscere gente appassionata come te.

Forse non lo sai, ma da giugno 2011 sono stati cambiati i requisiti necessari per poter diventare arbitro: l'obiettivo di questo anno per la DCI è quello di integrare nei nostri ranghi tutte le persone che o stanno già facendo il lavoro da arbitri senza saperlo o che sono sempre lì per decidersi a provare e non hanno mai trovato il tempo di farlo. :)


Qual è la nuova definizione di un arbitro L1?

Gli arbitri L1 sono arbitri locali che supervisionano tornei locali, arbitrano tornei a REL Regular o come Floor Judge a tornei a REL Competitive. Possiedono una buona conoscenza delle regole di Magic, delle regole DCI di tornei, strutture e formati e sono in grado di gestire tornei nei negozi.

Gli arbitri L1 sono i principali contatti della DCI con i negozianti e lavorano con (a volte per) loro. I negozianti spesso hanno bisogno di arbitri L1 e gli chiedono di aiutarli ad organizzare, arbitrare e sanzionare i loro tornei. Molti negozianti assumono arbitri L1 o lo diventano a loro volta.


Cosa è cambiato?

Ad un arbitro L1 viene chiesto di svolgere la sua attività ai tornei che normalmente si svolgono in negozio a REL Regular (FNM, PreRelease o a tornei eternal come Vintage e Legacy). A questi tornei è necessaria una persona che conosca le regole e sia in grado di rispondere alle domande dei giocatori e che possa garantire l'integrità dell'evento mantenendo un ambiente sano, rilassato e divertente.

Non è più chiesta una conoscenza delle regole di gestione dei tornei a REL Competitive (le penalità raccolte nelle Infraction Procedure Guide) che a tali tornei non vengono utilizzate, ma solo delle regole di gestione di tornei a REL Regular (il breve documento Judging at Regular), oltre ovviamente una buona conoscenza delle regole di gioco (Comprehensive Rules).

Ovviamente un arbitro L1 può arbitrare anche a tornei più grandi a REL Competitive, ma questo non è più un requisito obbligatorio. E ricordati che ai tornei a REL Regular molto spesso l'arbitro può anche giocare e quindi può coniugare entrambe le proprie passioni!


Come prepararti per diventare arbitro

Un buon arbitro conosce bene le regole di gioco, di modo da poter rispondere alle domande dei giocatori e risolvere le situazioni di gioco che possono diventare intricate. Una buona conoscenza pratica "da giocatore" è necessaria ma a volte non è sufficiente. Per iniziare la preparazione "teorica" consiglio di studiare per bene il Basic Rulesbook. Comprendi bene a fondo i concetti fondamentali delle regole come il turno di gioco, come lanciare una magia, i tipi di carte, le zone di gioco.

Una volta chiariti questi aspetti, approfondisci le parti più tecniche studiando gli effetti di stato, la priorità, i vari tipi di abilità sulle Comprehensive Rules (CR), ossia il regolamento completo del gioco. Si tratta di un documento piuttosto corposo, ma che puoi trovare anche spiegato e illustrato nel progetto "Rules by Examples".

Un arbitro inoltre deve anche sapere come intervenire nel caso in cui i giocatori abbiano commesso un errore di gioco. Per i tornei a REL Regular c'è un breve documento (Judging at Regular - JAR - 2 pagine) con le istruzioni su come sistemare tutti gli errori più comuni.

Un buon arbitro, infine, deve sapere com'è strutturato un torneo, quali sono i formati di gioco, come è fatto un draft, come deve essere regolata la comunicazione tra i giocatori, quando accettare una carta artworkata, etc etc. Tutte queste sono informazioni che probabilmente hai già, ma leggerli in un breve documento (Magic Tournament Rules - MTR) aiuta molto a mettere ordine nelle idee e ricordare i dettagli.

Una volta che ritieni di avere una buona conoscenza di regole e tornei, ti consiglio di fare degli esami di prova facile (Easy Practice). Ne puoi fare quanti vuoi online a casa tua e senza preoccuparti di sbagliare: troverai una risposta dettagliata ad ogni domanda! Quando ti senti sicuro con gli esami di prova (portano via 20 minuti al massimo), sostieni l'esame da Esperto di Regole (Rules Advisor), che e' una buona simulazione dell'esame "vero" da L1... il tutto sempre in pantofole da casa tua! Attenzione però che puoi riprovare l'esame da Esperto di Regole solo dopo 15 giorni il primo eventuale fallimento: quando lo sostieni, riservati un'oretta tranquilla e senza distrazioni! :)
 
Link:
 
L'esame

L'esame consiste in due parti e si può sostenere gratuitamente a qualsiasi torneo in cui è presente un arbitro di L2+.
 
Per poter sostenere l'esame devi aver completato due semplici passaggi:
  1. Aver sostenuto con successo l'esame di Esperto di Regole negli ultimi 12 mesi: http://judge.wizards.com/exams.aspx
  2. Aver inviato la richiesta ufficiale dal nostro sito, che ti permetterà di sapere quando è possibile sostenerlo e di ricevere un aiuto nel rifinire la tua preparazione: http://www.italianmagicjudges.net/index.php?p=esami.

La prima parte è uno scritto da 25 domande a risposta multipla, sia sulle regole di gioco (CR) che su quelle da torneo (JAR e MTR). Devi rispondere correttamente almeno al 70% delle domande.

La seconda parte e' un'intervista con un arbitro L2+, nella quale discuterete dello scritto, dei tuoi punti deboli e dei tuoi punti di forza, di cosa ti aspetti dall'essere arbitro e di cosa ci si aspetta da te.

E una volta sopravvissuto fino a questo punto... complimenti, sei un arbitro certificato!


E ora?

Complimenti, sei entrato nella famiglia arbitrale Italiana!

In questo percorso hai imparato molti aspetti tecnici del gioco, sei diventato consapevole di come gestire un torneo, hai conosciuto nuove persone che hanno la tua stessa passione e il tuo stesso entusiasmo. La tua conoscenza e le tue capacità sono state certificate in base a standard di qualità internazionali. Avrai accesso a risorse di comunicazione e di formazione riservate agli arbitri e il tuo nome sarà reperibile dai negozianti della tua zona che sapranno a chi rivolgersi per i loro tornei.

Adesso tocca a te mettere sul campo tutta la tua esperienza. Il consiglio ovviamente è quello di arbitrare quando ne hai occasione. Arbitra i tornei del tuo negozio come i FNM e i Pre-Release, chiedi di far parte dello staff di qualche PTQ o del tuo Regionale, rispondi alle domande dei giocatori su forum e mailing list. Come vedi le occasioni di fare quello che ti piace fare ci sono: sfruttale tutte!

Diventare arbitro NON vuol dire smettere di giocare. Anzi, sicuramente arbitrare ti aiuta a diventare un giocatore migliore e giocare è fondamentale per essere un buon arbitro. E come ben sai ai tornei del negozio a REL Regular puoi sempre scegliere di arbitrare E giocare.

Ricordati, infine, che escono sempre nuove espansioni, con nuove meccaniche e nuove regole. Un buon arbitro è sempre aggiornato, quindi rinfresca la tua preparazione leggendo le FAQ delle nuove espansioni, studiando gli aggiornamenti delle MTR e delle JAR e, di tanto in tanto, passa sul Judge Center per metterti alla prova con qualche Esame.

Visita spesso il sito italiano degli arbitri: troverai brevi riassunti con le ultime discussioni arbitrali dall’Italia e dal mondo, articoli che esaminano le carte più problematiche del formato corrente, le traduzioni dei migliori articoli di arbitri stranieri, i report dei tornei, le application per arbitrare ai grandi tornei e ovviamente molto altro.

E se hai qualche domanda, tutti gli arbitri sono sempre a tua disposizione sulla mailing list IMJ.

L'avventura è solo cominciata! :)

Kalle aka Matteo Callegari