Articoli
Attenzione: questo articolo è stato scritto oltre 1 anno fa! Alcuni contenuti potrebbero essere obsoleti.
Report 2011 - PTQ Honolulu - Piacenza
Articolo del 6-12-2011 a cura di Callegari Matteo
Callegari Matteo


Ciao a tutti!

E' da poco passato Halloween e mannari, vampiri e zombie imperversano ancora per le sale italiane... e' tempo di Innistrad! Domenica 13 novembre ci siamo trovati a Piacenza per un PTQ Sealed Deck che ci ha regalato grandi emozioni e grasse soddisfazioni. Ma andiamo per ordine!

Organizzatore:
Unicorn (Piacenza)

Staff:
Matteo Callegari, L3 HJ
Stefano Candini, L2 EJ
Saverio Magri, L2 FJ
Donato Del Giudice, L1 FJ
Eric Coppola, L1 FJ
George Gavrilita, L1 FJ
Matteo Tonazzo, L1 FJ
Stefano Uccelli, L1 FJ
Enrico Riccardi, L0

Reduci dai 259 giocatori di Bologna, ci aspettiamo un'affluenza sopra la norma anche questa domenica. Il locale pero' puo' contenere al massimo 200 persone, quindi il limite dei 180 preiscritti viene superato ben presto, ma la lista d'attesa si ferma a quota 16 per un totale di 196 preiscritti. Il TO avvisa i giocatori di portare se possibile le terre da casa, dato che a Bologna finimmo le ricercatissime pianure, dovendole quindi proxare.

Ritrovo nella consueta pizzeria per le 9, iscriviamo i giocatori e prepariamo sala e prodotto. Per essere sicuri di far giocare tutti i preiscritti, prepariamo 94 tavoli divisi nelle due solite sale, potendo poi eventualmente disporre di una terza sala. La logistica della sala e del prodotto viene gestita competentemente da Saverio grazie all'aiuto di tutto lo staff. Alle 10.35 chiudiamo le iscrizioni, non appena arriva usecndo dalle nebbie il furgone nero da Torino con 3 dei nostri arbitri e 6 giocatori.

Effettuo il discorso iniziale dal microfono al piano superiore ("Benvenuti al PTQ Piacenza, questa che sentite e' la voce del vostro capo arbitro anche se non lo potete vedere...") e alle 10.48 diamo inizio al listaggio dei pool. Nessun problema significativo, se non che un giocatore riceve solo 5 bustine (la sesta bustina viene trovata ancora chiusa un paio d'ore dopo al primo piano...). Data la distribuzione dei tavoli, decidiamo di effettuare uno swap misto:
ritiriamo i mazzi dei tavoli da 2 giocatori e li ridistribuiamo randomicamente, mentre per le tavolate grandi facciamo uno swap sinistra-sinistra-sinistra (guidarlo "al buio" dal piano superiore e' stata un'impresa interessante :D ). Avremmo potuto anche scambiare tra di loro due tavoli da 6 giocatori: fare uno swap al tavolo in un tavolo piccolo puo' effettivamente dare maggiori informazioni ai giocatori su cosa hanno gli avversari nel loro pool.

Abbiamo sufficienti terre per distribuirle sui tavoli e allestire una land station vicino alla judge station (grazie anche ad un giocatore che porta terre extra da casa e ce le regala! :D ).

Appendiamo i pairings e il primo turno ha inizio alle 11.50. Donato coordina il controllo liste che termina ben prima della fine del primo turno presentando 5 liste con problemi (38 e 39 carte listate). Siamo in grado di dare quasi tutte le penalita' prima dell'inizio del secondo turno.

Per questo PTQ ho cercato di dare maggiore attenzione al problema della verifica delle liste (se non l'avete letto, vi consiglio di leggere un post del Calvo su magicfriends), e abbiamo attuato le seguenti procedure:
  • tutte le liste erano timbrate e quindi marcate;
  • abbiamo dato 3 minuti di tempo extra per controllare i pool ai giocatori di fronte;
  • ai giocatori abbiamo chiesto di far convalidare tutte le modifiche dagli arbitri;
  • agli arbitri ho chiesto di segnare su un foglio a parte tutte le modifiche che hanno convalidato (nome del giocatore e modifica convalidata)
  • agli arbitri dopo aver ordinato le liste ho fatto controllare tutte le liste con modifiche confrontandole con quelle registrate da noi

Al termine di questi controlli abbiamo individuato 4 liste che presentavano correzioni non siglate dagli arbitri. Ognuna di queste liste e' stata investigata (buona fede in tutti i casi). Nessuna lista presentava correzioni convalidate dagli arbitri non riportate nei nostri registri.

Durante la giornata miglioriamo la logistica della sala, mettendo un range dei pairing all'interno (per evitare il collo di bottiglia della porta sul cortile dove erano gli altri range) e rinumerando tutti i tavoli per permettere di giocare piu' comodamente dopo i vari drop.

Il team Deck Check guidato da Eric effettua 9 DC controllando il 9,5% dei mazzi in sala e riscontrando questo caso particolarmente interessante:

Riccardo ha presentato una lista di 43 carte, ma il suo mazzo (game 1) ne contiene solo 42. La carta listata mancante e' Victim of Night.
Controllando meglio la lista, si nota che:
  • Riccardo ha scritto il totale delle carte giocatore per ogni colore (bianco e rosso) nella casella "giocate" dell'ultima carta di quel colore (totali: 14 e 6);
  • Vittima della Notte e' l'ultima carta nera nella lista e Riccardo ha listato solo un'altra carta nera (totale 1);
  • Riccardo gioca il nero solo come colore di splash e gioca 2 paludi (Vittima della Notte costa {B}{B});
  • Riccardo ha listato anche due artefatti, di cui uno e' Torcia Ardente l'ultimo della rispettiva colonna, ricreando quindi esattamente lo stesso caso della colonna delle carte nere (2 carte listate come giocate e in entrambi i casi una di queste e' l'ultima della colonna: quindi 1 carta giocata in mezzo alla colonna e 1 carta giocata in fondo alla colonna);
  • Riccardo ha pero' nel mazzo entrambi gli artefatti;
  • in seguito a domande, Riccardo dice di non aver mai giocato Vittima della Notte e che sicuramente non la metterebbe nel mazzo, data la natura dello splash.

Cosa fareste?

Leggi la risposta



Grazie all'efficenza del team Paper capitanato da Matteo e delle procedure di fine turno gestite da George, siamo riusciti ad ottenere turni di una media di 62 minuti, sopperendo in parte alla difficolta' di movimento in sala.

Alle 20.20 abbiamo iniziato il draft e alle 23.50 Andrea Mengucci ha battuto 2-0 in finale Davide Brambilla) che nel game 2 si trova con 0 carte nel mazzo e potenzialmente danni letali in tavola!), guadagnandosi l'invito e il biglietto per il prestigioso PT Honolulu. Rappresenta degnamente i colori azzurri!

Abbiamo raccolto una serie di situazioni interessanti che vorrei condividere con voi e raccogliere il vostro parere:

1- Mirko controlla un Custode della Stirpe e altri 4 vampiri. Decide di attivare l'abilita' di trasformazione per trasformarlo nel Signore del Lignaggio, pagando B. Luca in risposta vuole uccidere il Custode sparandogli 3 danni. Mirko, non domo, in risposta allo sparo di Luca attiva nuovamente l'abilita' del Custode. Riuscira' a sopravvivere? E se Luca avesse sparato ad uno degli altri vampiri?

Leggi la risposta



2- Gianluca e Francesco hanno finito di sidare, hanno mischiato i rispettivi mazzi (sbustati) e pescato le sette carte. Gianluca contento tiene, mentre Francesco mulliga sconsolato. Pesca le 6 carte e tra queste si ritrova la Schiavitù della Fede di Gianluca! Vi chiama subito. Cosa fate?

Leggi la risposta



3- Walter e Simo stanno per iniziare il game1 e stanno mescolando i rispettivi mazzi (imbustati). Simo mescola il mazzo di Walter a pile e si accorge ad un certo punto che c'e' una bustina completamente diversa (gialla mentre le altre sono nere)! Chiama immediatamente un arbitro che rileva che la carta appartiene all'avversario di Walter del turno prima. Cosa fate?
Cambia qualcosa se la bustina fosse stata di colore simile alle altre?

Leggi la risposta



Dopo uno scritto (92%) e un orale brillanti e temprato dal lavoro di un'intera giornata, Enrico Riccardi da Parma (ale'! :D ) ha passato alla grande l'esame da L1 ed e' entrato nella nostra famiglia. Benvenuto!

Vorrei ringraziare, infine, l'organizzatore e tutto lo staff che si sono messi a disposizione per l'intera giornata facendo in modo che i giocatori trascorressero una felice giornata con le figurine.

Alla prossima!